Logo San Marino RTV

Riunito il Gruppo di coordinamento: "basta con i tatticismi"

26 ott 2007
San Marino
San Marino
Si dichiara esterrefatto il Gruppo di coordinamento per gli sviluppi della crisi in cui si è trovata la Maggioranza. Prima di tutto – dichiarano – ci dicano apertamente che cosa è successo, e poi che cosa intendono fare. “Ci sorprende – spiega Gabriele Gattei di Noi Sammarinesi – vedere che si scambiano accuse reciproche sui poteri forti e poi continuano ad andare a braccetto. Così – aggiunge – ci fanno pensare che i poteri forti si annidano in tutti e tre i partiti”. E’ un’analisi dura quella del Gruppo di coordinamento sul governo appena caduto, sull’azione politica della Maggioranza. Una riedizione di questa coalizione – dichiarano – è improponibili, per una serie di ragioni – spiega il segretario DC, Pasquale Valentini – per la situazione di stallo in cui si trova il paese, la mancanza di realizzazione di riforme, il grave scollamento fra l’esecutivo e la compagine politica, una serie, insomma, di contraddizioni e di difficoltà. Poi aggiungono i membri del Gruppo di coordinamento, il distacco dal paese reale, dalle esigenze della popolazione. Troppi i problemi senza risposta, troppe le questioni in sospeso. Noi – spiegano – intendiamo adottare un metodo diverso, innovativo, che sappia abbandonare i tatticismi per concentrarsi sui contenuti, sui progetti a lungo termine. Ed è per questo – aggiungono - che da mercoledì avvieremo una serie di incontri con le categorie economiche i sindacati e le associazioni, per conoscere la loro visione dei problemi, i loro suggerimenti, e con questi presentarci più preparati alle consultazioni per la formazione del nuovo governo. Ci sono – concludono – questioni nodali che attraversano il paese, come il rapporto con l’Italia, la Banca del Titano, i giochi, le residenze, la sanità, il territorio e la sicurezza, che intendiamo affrontare con determinazione.