Logo San Marino RTV

RTV: l'equivoco del logo non autorizzato

3 giu 2008
Logo San Marino RTV
Logo San Marino RTV
“Nessuna autorizzazione all’utilizzo del logo della San Marino RTV è stata concessa”.
Lo precisa il Direttore Generale dell’emittente in merito al pieghevole informativo dell’iniziativa del Partito Democratico Cristiano Sammarinese in materia di Comunicazione.
Nei giorni scorsi Michele Mangiafico aveva manifestato sorpresa e disappunto al Segretario politico del PDCS, Pasquale Valentini, sottolineando che la televisione di servizio pubblico non può essere presente con il proprio marchio in alcuna iniziativa di qualunque forza politica.
“Mortificato”, nella lettera di risposta, si è dichiarato il Segretario democristiano per quello che ha definito “un episodio sgradevole”, “uno spiacevole incidente”. “Il marchio – precisava Valentini – non figura fra gli sponsor dell’iniziativa ma fra i soggetti che a vario titolo sono coinvolti nel progetto. Ciò non toglie che chi ha curato l’organizzazione e la pubblicizzazione dell’evento prima di usare il marchio dovesse accertarsi che ci fosse una formale autorizzazione”.
Sull’accaduto il coordinatore del partito dei Democratici di Centro, Giovanni Lonfernini , ha presentato questa mattina alla Commissione di Vigilanza un esposto nel quale chiede all’organismo di esprimersi in merito e di valutare anche la convenienza dell’annunciato intervento, alla stessa manifestazione, del Presidente del Consiglio di Amministrazione della Società che gestisce San Marino RTV e di cui è parte, al 50%, il servizio radiotelevisivo pubblico italiano, coinvolto anch’esso – si legge nell’esposto – consapevole o meno, nel medesimo evento.
“Ho accettato di partecipare all’evento – precisa il Presidente della San Marino RTV, Stefano Piva – in considerazione del tema trattato. Ritengo la mia partecipazione un dovere, visto l’incarico che ricopro, considero opportune tutte le occasioni per favorire l’acquisizione di sempre maggiori informazioni e spunti di riflessione in materia radiotelevisiva, e con questo spirito intendo prendere parte ad altre eventuali iniziative di confronto su questi temi, da chiunque siano organizzate”.