Logo San Marino RTV

Per San Marino: "difendiamo i beni comuni"

29 mag 2014
Per San Marino: "difendiamo i beni comuni"
Per San Marino: "difendiamo i beni comuni"
Il servizio sanitario e il sistema pensionistico sono due aspetti fondamentali della vita sociale sammarinese. I cittadini lo sanno bene e di conseguenza hanno votato in massa per difendere le passate conquiste. La vittoria referendaria ha raggiunto l’80% perché i cittadini hanno rifiutato gli ordini dei partiti di governo usciti con una sconfitta clamorosa, tanto più per chi sostiene di rappresentare socialisti e democratici.
Dopo il decennio della speculazione sul territorio e dopo il decennio della speculazione bancaria, abbinati in grandi ruberie, ora il tentativo di speculazione si sposta sui beni comuni. L’esperienza del passato ci insegna che non si può aspettare che i poteri speculativi facciano i loro affari lasciando ai cittadini il solo lamento generalizzato. Occorre dunque un forte impegno per difendere la sanità pubblica e gratuita; il sistema pensionistico pubblico e controllato; la gestione pubblica e socializzata dell’energia; l’autonomia e la gestione pubblica dell’acqua. Le forze sane del cambiamento non possono riposare sugli allori del risultato referendario. Devono aprire una nuova vertenza popolare sui beni comuni chiedendo di socializzare l’Azienda dei Servizi per bloccare una nuova speculazione dei poteri finanziari.
NEL RECENTE REFERENDUM I CITTADINI SONO STATI MERAVIGLIOSI E POTRANNO ESSERLO ANCHE PER IL FUTURO SE SARANNO CHIAMATI A PARTECIPARE E DECIDERE.

Comunicato stampa Per San Marino