Logo San Marino RTV

Per San Marino: La parità dei diritti - Avanti con il progresso

4 ott 2012
Per San Marino: La parità dei diritti
Per San Marino: La parità dei diritti
La parità dei diritti
La Consulta degli Emigrati ha visto la sfilata dei capi dei partiti mantenuti e finanziati generosamente dallo Stato. Come al solito, hanno preso in giro i cittadini residenti nel mondo, ai quali non vengono riconosciuti pieni diritti di cittadinanza e di voto con una discriminazione inaccettabile.
Anche le Elezioni dell’11 novembre 2012 si terranno all’insegna di questa ingiustizia che divide il popolo sammarinese.
Il movimento Per San Marino non è stato ammesso alla riunione della Consulta e gli è stato impedito di esprimere davanti ai concittadini la sua ferma protesta contro la discriminazione che subiscono i residenti all’estero in netto contrasto con la Carta dei Diritti. Manifesta quindi pubblicamente la sua solidarietà ai concittadini sammarinesi residenti all’estero, impegnandosi a sostenere la parità dei diritti.
Cambiare si può. Insieme!

Comunicato stampa


Avanti con il progresso
Le gravissime disfunzioni che colpiscono la telefonia mobile e internet determinano un diffuso malcontento tra la popolazione.
L’immobilismo completo in cui il governo ha tenuto un settore fondamentale come quello delle telecomunicazioni ha impedito il progresso tecnologico del Paese con pesanti ripercussioni sull’attività economica e sull’occupazione qualificata.
Il movimento PER SAN MARINO ritiene che le telecomunicazioni abbiano un’importanza rilevantissima per il futuro del Paese, in quanto offrono grandi opportunità soprattutto per lo sviluppo tecnologico, per il lavoro delle giovani generazioni, per il servizio delle imprese.
Il movimento PER SAN MARINO condivide l’urgenza di varare una legge che istituisca l’Agenzia Digitale formata dai migliori tecnici di cui il Paese dispone al fine di presentare un progetto di medio e lungo termine con obiettivi ben definiti che vengano fatti propri dalle forze politiche più responsabili e più lungimiranti.
San Marino deve uscire dall’attuale stato di arretratezza e prendere decisamente la strada del progresso sviluppando senza indugio le nuove tecnologie al servizio dell’economia e dei cittadini.
Il movimento PER SAN MARINO si batte per una Repubblica civile e progredita.

Comunicato stampa