Logo San Marino RTV

San Marino: Upr e Ps interpellano su Artexpò

21 set 2013
San Marino: Upr e Ps interpellano su Artexpò
San Marino: Upr e Ps interpellano su Artexpò
Nella giornata di lunedì 23 settembre i Gruppi Consigliari del Partito Socialista e dell'Unione Per la Repubblica depositeranno - presso la Segreteria Istituzionale una interpellanza sulla vicenda giudiziaria che coinvolte una società sammarinese.
"Qualche giorno fa la cronaca giudiziaria si è arricchita da un nuovo capitolo relativo all'indagine "Chalet", con la presunta - e qui il condizionale è d'obbligo in quanto Partito Socialista ed Unione Per la Repubblica hanno già presentato un'interpellanza per accertare i fatti - richiesta di rogatoria sul celebre bonifico da 1 milione di euro autorizzato da Banca Centrale. Ora, sempre da nuove notizie di stampa, piomba all'attenzione mediatica un'altra vicenda giudiziaria italiana che getta ombre sulla Repubblica di San Marino ed in particolare su una società sammarinese, ARTEXPO', operante nel settore degli allestimenti fieristici. Societa' che pare operasse di fatto presso una società italiana, attiva a Rimini, sempre nello stesso settore. La vicenda assume poi connotati preoccupanti quando si apprende dalla stampa che ARTEXPO' sarebbe al centro di una indagine per evasione per evasione fiscale di svariati milioni di euro, esterovestizione e parebbe sconosciuta al fisco negli anni 2007, 2008, 2009, 2010, 2011. Eventi come questi, nell'ottica della collaborazione fra Italia e San Marino per la repressione di reati di evasione fiscale e fraudolente, non sono sicuramente positivi. Altro aspetto che aggrava al situazione è tutta la vicenda sembra dipanarsi su operazioni collegate ad eventi fieristici, espositivi collegati anche con la fiera di Rimini, location con la quale la Repubblica di San Marino collabora in svariate iniziative espositive. Per accertare quanto riportato dalla stampa, interpelliamo quindi il governo per conoscere:
1) Il nome degli amministratori nel lasso temporale 2007 - 2013;
2) La sede della società, l'oggetto sociale, la forma giuridica, l'anno di costituzione;
3) Se Artexpò è stata fornitore negli anni 2007 - 2013 dello Stato o di soggetti legati allo stato da partecipazione;
4) Se Artexpò è stata oggetto di ispezioni del Nucleo Antifrode o altri soggetti a ciò preposti negli anni 2011, 2012, 2013;
5) Se il Tribunale Unico ha ricevuto richiesta di rogatoria collegata alle vicende riportate sulla stampa;
6) In caso affermativo, se risulta il vero circa l'emissione di una circolare - a tutti i soggetti bancari e finanziari presenti in territorio- a seguito dell' invio della rogatoria internazionale;
7) Se Artexpò ha partecipazioni azionarie in soggetti di diritto sammarinese o italiano;
8) L'importo delle imposte corrisposte all'erario da Artexpò negli anni 2007, 2008, 2009, 2010, 2011;
9) Il numero e nome dei dipendenti di Artexpò negli anni 2007, 2008, 2009, 2011.
Fare luce su questo aspetto è rilevante per appurare la verità su una serie di operazioni che non danno lustro alla Repubblica di San Marino, che nonostante le dichiarazioni del Governo continuano a coinvolgere soggetti giuridici sammarinesi.