Logo San Marino RTV

Segretartio Berardi sulla questione Avvocati e Notai

11 set 2004
Segretartio Berardi sulla questione Avvocati e Notai
“Quella che esprime l’Ordine degli Avvocati e Notai è una preoccupazione condivisibile e condivisa – dichiara il segretario di Stato alla Giustizia, Fabio Berardi - e non è un caso che nell’ordine del giorno del prossimo Consiglio Grande e Generale sia stato inserito un comma specifico sulla giustizia. Quello che viene messo in evidenza – aggiunge Berardi – sono i problemi che ancora ci sono nel passaggio al nuovo sistema giudiziario. Dalle dichiarazioni traspare che ci troviamo sulla stessa linea: la ricerca dell’autonomia della magistratura dagli altri poteri dello Stato, di condizioni di serenità all’interno del Palazzo di Giustizia, la necessità di rifuggere da ogni tentativo di strumentalizzazione. Gli avvocati – dichiara il Segretario alla Giustizia – chiedono di aprire un dialogo per ricercare una normalizzazione della situazione del tribunale; un dialogo che ci sarà nel solco della franchezza e nella consapevolezza che la scelta fatta è quella giusta per dare la massima autonomia ai giudici. Se nelle normative attuali – aggiunge Berardi – ci sono lacune che gli avvocati intendono rilevare, la politica e le istituzioni sono pronte ad apportare i necessari correttivi, senza però mettere in discussione il percorso avviato con la riforma dell’Ordinamento Giudiziario, condiviso da tutti”. Berardi sottolinea anche l’avvio delle procedure per le nomine dei giudici per la terza istanza, i giudici per i rimedi straordinari e per i due uditori. “Questo – dichiara – consentirà di completare il quadro dell’organico, come previsto dall’Ordinamento Giudiziario”.