Logo San Marino RTV

Sinistra Unita presenta la "Festa d'estate"

12 ago 2009
Sinistra Unita presenta la "Festa d'estate"
Sinistra Unita presenta la "Festa d'estate"
Sinistra Unita vuole dare un segnale diverso rispetto al passato. “Per questo - spiega Gastone Pasolini - avremo gastronomia a chilometro zero e materiali biodegradabili”. Perché per divertirsi non occorre inquinare. Due i dibattiti politici che metteranno a confronto 3 rappresentati della maggioranza e 3 dell’opposizione. “Non abbiamo paura di discutere ad armi pari” dice Ivan Foschi sottolineando che “in altre feste le presenze politiche sono invece più sbilanciate. I temi scelti - ricorda il capogruppo di Sinistra Unita - sono di stretta attualità”, ad iniziare dalla partita che si gioca attorno agli accordi con l’Italia che Foschi chiama “il mistero buffo della politica sammarinese”. “Forse - dice - è il caso di prendersi una pausa, attendere le decisioni del Moneyval e dell’Ocse, per rimandare ad una situazione a noi più favorevole la definizione di rapporti mai così critici. Paghiamo - secondo Foschi - vent’anni di impegni presi e mai rispettati ed anche - dice - la presenza di certi personaggi conosciuti per non essere il massimo dell’affidabilità”.
Alessandro Rossi invita a ritrovare gli equilibri. “Per lunghi anni - spiega - la gestione dell’economia e del territorio è stata al di sopra delle nostre possibilità. In un momento di crisi è necessario ritrovare la coesione”. Rossi parla di 1.600 lavoratori iscritti alle liste di collocamento e di altri 1.600 in cassa integrazione che porteranno, a fine 2009, oltre 3mila persone in mobilità. “Di fronte a questi numeri - dice - non è possibile spendere 40mila euro per organizzare l’Alba sul Monte e offrire buoni pasto ai consilieri. Dobbiamo - afferma - tornare a una dimensione più umana e riallacciare il dialogo sociale”. (Int. ad Alessandro Rossi)

Sonia Tura

Il programma della "Festa d'estate"