Logo San Marino RTV

A Tirana la riunione dell'Osce

8 ott 2012
A Tirana la riunione dell'Osce
Il buon governo e l’integrazione come base fondamentale della stabilità e della sicurezza. Questo il leitmotiv della riunione autunnale dell’Assemblea Parlamentare dell’OSCE (OSCE PA), convocata dal 5 al 7 ottobre a Tirana, Albania. Un appuntamento che ha riunito circa 300 rappresentanti parlamentari di 50 nazioni, da Vancouver a Vladivostok e che è stato un grande risultato per il paese ospitante. "La fermezza della nostra delegazione - ha detto la presidente del Parlamento Jozefina Topalli nella sessione inaugurale - ha reso possibile che all'Albania sia stata data la possibilità e l'opportunità di emergere, inviando così un messaggio implicito all'Europa. E cioè che lo Stato albanese è in grado di ospitare e coordinare un evento di tale importanza, per la primissima volta nel proprio territorio." Del resto, la diplomazia ha il compito di costruire ponti tra le nazioni, ha rimarcato il Presidente di turno OSCE PA, l’italiano Riccardo Migliori, e l’Albania lancia l’appello per una grande intesa adriatica basata sulla tolleranza (qui convivono cattolici, musulmani, ortodossi, finalmente in pace) ma anche su uno sforzo comune
per lo sviluppo economico che può essere generato da maggiori investimenti sulle nuove energie. Tutti temi cari all’OSCE PA, che durante i lavori ha affrontato l’attualità della convivenza multietnica e multi religiosa, ma anche i problemi della crisi economica che attraversa un po’ tutti i Paesi dell’Europa, dedicando poi l’ultima parte delle riunioni al ruolo dei media nella promozione del buon governo. All’assemblea autunnale di Tirana ha partecipato Angela Venturini, in rappresentanza della delegazione consiliare sammarinese all’OSCE PA.