Logo San Marino RTV

Unioni Civili: il Pdcs lavora ad un testo di legge, il Psd avverte "non giocheremo al ribasso"

4 mar 2016
Palazzo Pubblico e Statua della LibertàUnioni Civili: il Pdcs lavora ad un testo di legge, il Psd avverte "non giocheremo al ribasso"
Unioni Civili: il Pdcs lavora ad un testo di legge, il Psd avverte "non giocheremo al ribasso" - Diritti Civili: chi ci arriverà per primo? Sinistra Unita presenta i suoi progetti di legge, ancor p...
Diritti Civili: chi ci arriverà per primo? Sinistra Unita presenta i suoi progetti di legge, ancor prima ne aveva parlato LabDem. Ma è stata la Dc a stupire tutti, svelando durante la Conferenza Programmatica le linee guida di quello che potrebbe diventare a breve un testo di legge, bruciando sul tempo il Psd, che non ha gradito. Fedele al suo patrimonio di valori che si fonda sulla dottrina sociale, la Democrazia Cristiana difende la famiglia ma vuole anche riempire un vuoto normativo tutelando le coppie conviventi a prescindere dal loro sesso. Un passo avanti rispetto al passato che nasce – spiega Manuel Ciavatta - da un'esigenza sociale. “Chi dice che siamo un partito conservatore fa un errore – commenta - siamo legati alla realtà dei fatti.” Sulla genitorialità non è però disposta a scendere a patti: i figli devono avere un padre e una madre. Non si parlerà quindi di adozioni per le coppie gay. E lancia un forte no anche alla maternità surrogata, dichiarando di voler fare sentire la propria voce anche a livello internazionale, seguendo da vicino Parigi dove è stata firmata, ad inizio febbraio, la carta per l'abolizione universale della maternità surrogata. Nessun confronto al momento con il Psd e col resto della maggioranza. Lo si farà solo dopo, bozza alla mano. L'obiettivo è di arrivare in Consiglio prima della fine naturale della legislatura. Potrebbe diventare terreno di scontro con l'alleato di Governo? Ciavatta si dice convinto che si possa arrivare ad una soluzione condivisa. Non sarà facile, anche perché questa volta il Psd non vorrà giocare al ribasso come per la recente modifica della legge sulle residenze. Il “permesso di convivenza per coabitazione a fini solidaristici e di mutuo aiuto” - dice Marina Lazzarini - era definizione perbenista che non riconosceva le coppie di fatto per quello che sono”. Allora era stato mandato giù il boccone amaro per fare prevalere la diplomazia. “Anche perché non era nel programma di governo”. Il Psd vuole arrivare al confronto in Maggioranza preparato e quindi elaborerà una propria bozza di legge che prenderà in considerazione – continua il Segretario – le proposte che arriveranno dal Tavolo Riformista. Sinistra Unita ha infatti messo a disposizione i sui progetti che prevedono, tra l'altro, le adozioni. C'è un dibattito aperto sulla genitorialità – chiarisce la Lazzarini- non possiamo escludere a priori alcun tipo di ragionamento.” Insomma, la stepchild adoption rischia di diventare, anche qui, il pomo della discordia.

MF