Logo San Marino RTV

Antoine de Saint-Exupéry e il suo "Il Piccolo Principe"

Fra le opere letterarie più celebri del XX secolo e tra le più vendute della storia.

di Mirco Zani
29 giu 2019
Antoine de Saint-Exupéry e il suo "Il Piccolo Principe"

Antoine Jean Baptiste Marie Roger de Saint-Exupéry, meglio conosciuto come Antoine de Saint-Exupéry, era nato a Lione il 29 Giugno del 1900. E' stato aviatore, ma deve la sua fama al racconto dei viaggi del Piccolo Principe, tradotto in 253 lingue e ad altri racconti ambientati sul mondo del volo anche di notte. Fu insignito di vari premi letterari anche al fuori della sua Francia, durante la seconda guerra mondiale si arruolò nell'aereonautica militare francese dove rimase fino all'armistizio nelle Forces aériennes françaises libres, dalla parte degli Alleati.

Proprio la guerra accentuò la solitudine del futuro scrittore: prima la separazione dalla madre, di mestiere infermiera, poi il soggiorno in collegio svizzero di padri maristi in compagnia del fratello François. Nel 1917, Antoine perderà anche il  fratello in seguito al reumatismo atìrticolare al quale non sopravvisse, decise di tornare in Francia. Dopo una breve e sfortunata parentesi, fu respinto all'esame di ammissione,  presso la Scuola Navale, nel 1921 si arruola nel II reggimento di aviazione di Strasburgo e ottiene il brevetto di pilota dapprima civile, poi militare. Nel frattempo scrive, pubblicandolo nel 1926, il suo primo racconto, L'aviatore, sulla rivista Le Navire d'Argent.

  Dopo varie vicissitudini un grave incidente lo costringe a riparare a New York, ponendosi come obiettivo quello di far entrare in guerra gli Stati Uniti; di qui passa nel Québec nel 1942. In piena seconda guerra mondiale (1943) saranno proprio gli statunitensi a pubblicare, per primi e in inglese, "Il Piccolo Principe", oggi uno dei libri più venduti. Romanzo in forma di favola sulla educazione sentimentale divenuto poi un best-seller, Il piccolo principe ha avuto una notorietà internazionale (è stato tradotto in duecentocinquanta lingue e stampato anche in caratteri arabi e cirillici), è compreso nelle principali liste dei libri più venduti al mondo ed è libro più tradotto al mondo dopo la Bibbia.

 

Antoine de Saint-Exupéry, morirà  in volo sul  finire della guerra, ma restò per molti anni misteriosa, finché nel 2004 venne localizzato e recuperato il relitto del suo aereo, colpito da un caccia tedesco nel mare antistante la costa marsigliese. Fu un pilota della Luftwaffe ad abbattere l'aereo. Il 29 giugno 2000, nel centenario della nascita, gli è stato intitolato l'aeroporto di Lione, fino a quel momento chiamato Lyon Satolas.