Logo San Marino RTV

Consigli per gli studenti

Meglio darli per tempo

di Stefano Coveri
29 ago 2019
Consigli per gli studenti

So già che sentire parlare di scuola adesso, ancora in agosto, anche se verso la fine, fa brutto, per molti.....ma se si può dare e passare qualche suggerimento per affrontare meglio quello che sarà per tantissimi, un periodo importante, perché non cominciare ad indirizzare,  anche solo il pensiero e l'atteggiamento, verso una direzione che può rivelarsi utile.

Ho trovato, a tal proposito, una notizia piuttosto interessante...a dire il vero credo sia utile per tutti, studenti e noi comuni lavoratori. Avrete già capito, si sta parlando di meditazione, mindfulness, come si dice oggi.

Effettivamente tutti possono trovare vantaggi nell' imparare a concentrarsi sul momento presente, infatti, riduce lo stress e migliora l'attenzione, con risultati che si vedono anche in pagella. A indicarlo sono due studi condotti da ricercatori del Massachusetts Institute of Technology (Mit) di Boston. La consapevolezza, o mindfulness, è la capacità di focalizzare l'attenzione sul momento presente, anziché essere distratti da cose esterne o altri pensieri relativi al passato o al futuro. Non bisogna per forza diventare dei Guru della meditazione,

il team del Mit ha studiato circa 100 alunni di prima media. La metà degli studenti ha ricevuto un addestramento sulla consapevolezza per otto settimane. Gli studenti che hanno ricevuto l'allenamento hanno riferito minori livelli di stress e di sentimenti negativi, come tristezza o rabbia, e questi cambiamenti sono stati visti anche attraverso imaging nell'attività cerebrale. Nell'altro studio, apparso sulla rivista Mind, Brain, and Education, i ricercatori non hanno eseguito alcun training, ma hanno utilizzato un questionario per valutare i livelli di consapevolezza in 2.000 studenti delle medie. Confrontando i risultati del questionario con i voti hanno visto che gli studenti che hanno mostrato più consapevolezza tendevano ad avere voti migliori, così come meno assenze e sospensioni. I risultati suggeriscono, concludono i ricercatori, che offrire nelle scuole una formazione mirata a prestare attenzione al respiro e alla concentrazione sul momento presente, potrebbe essere di beneficio a molti studenti. 

Vi posso garantire che funziona: concentrandosi sul presente e sul respiro, il resto passa in secondo piano ed il presente diventa il protagonista, con le logiche conseguenza.

Ecco alcuni consigli pratici per la tua prima sessione di meditazione:

Siediti comodamente, ricordandoti però di tenere la schiena ben eretta. ...

Trova la postura corretta. ...

Raccogli le mani in posizione zazen. ...

Socchiudi gli occhi. ...

Concentrati sul respiro. ...

Utilizza un mantra. ...

Trova la tua durata ideale.

Provare per credere. Pace e buona vita