Logo San Marino RTV

Fortnite da videogame a impero da miliardi di dollari

La crescita esponenziale ha portato la società a diventare, nel 2020, un colosso da 1800 dipendenti

di Mirco Zani
27 mag 2020
Fortnite da videogame a impero da miliardi di dollari

Non chiamatelo più solo videogame , quando parlate di "Fortnite" potete tranquillamente definirlo "colosso finanziario". La casa di produzione di questo sparatutto in terza persona è la "Epic Games"  fondata nel 1991 Tim Sweeney, a Rockville, nel Maryland, con il nome di Potomac Computer System. Sempre del 1991 è ZZT un gioco che sfruttava il sistema MS-DOS, il gioco incontrò da subito i favori dei giocatori grazie anche al fatto che i  requisiti software per poterlo giocare erano moderati e la fruibilità era garantita alla maggior parte dell’utenza cosa non trascurabile per gli appassionati dell’epoca.



Poi la casa si trasformò in "Epic MegaGames", per poi diventare Epic Games nel 1999, e dalla seconda metà degli anni 90, più precisamente dal 1998 mette sugli scaffali "Unreal" gioco che allarga da subito la sua popolarità grazie al suo motore Unreral Engine interamente sviluppato dalla Epic Games e sebbene dovesse lottare con con l’Id Tech 2,  che animava con successo videogiochi molto rilevanti all’epoca, quali Quake II andò via via crescendo fino ad essere adottato da Playstation, Xbox e Nintendo.


Ma è il 2006 che vede dare alla luce l'inizio della saga de "Gear of War" che oggi vede in circolazione il suo 5°capitolo, molto apprezzata da milioni di gamers in tutto il mondo.



Arriviamo così al 2017  la Epic fa un altro centro, questa volta si chiama "Fortnite", si presenta con una grafica affine ai cartoni animati, con una visuale in terza persona,  tre modalità distinte che condividono lo stesso motore grafico: Salva il mondo, Modalità Creativa e Battaglia reale. Nel giro di pochissimo tempo Fortnite diventa il videogioco più giocato degli ultimi anni nonché uno dei più redditizi di sempre, permettendo alla Epic di acquisire al suo interno la Psyonix, un’azienda statunitense nota al grande pubblico per "Rocket League".


Ma non si ferma qui, la crescita che possiamo tranquillamente definire "esponenziale" di Fortnite eleva la Epic a colosso del settore, che tradotto in cifre significa,1800 dipendenti e 1,8 miliardi di dollari in fatturato.