Logo San Marino RTV

Guillermo Mordillo, più semplicemente Mordillo

Ha raccontato i sentimenti attraverso i suoi personaggi e la sua raffinatissima ironia

di Mirco Zani
1 lug 2019
Guillermo Mordillo, più semplicemente Mordillo

Guillermo Mordillo, più conosciuto semplicemente come Mordillo, era nato a Villa Pueyrredon, 4 agosto 1932 da una famiglia di emigrati dalla Spagna realizza il suo primo disegno quando ha solo 12 anni. Ancora adolescente Mordillo con l'amico Enrique Lipszyc, che più avanti diventerà sceneggiatore di fumetti e realizzerà anche la "Escuela panamericana de arte", diede alla luce il suo giornalino scolastico. A soli 18 anni la sua attività diventa quella di illustratore di libri per l'infanzia, parallelamente entrerà nel mondo del cinema come vignettista e pubblicitario, attività che lo porterà a Lima (Perù) dal 1955 al 1960.

Ed proprio del 1960 il suo trasferimento nella "Grande Mela" dove entra a far parte della famiglia "Paramount" collaborando con la sua arte alla realizzazione di cortometraggi con protagonisti i personaggi dei fumetti destinati a diventare famosi nel mondo, uno su tutti Popeye (Braccio di Ferro) e Little Lulu. L'avventuira americana di Mordillo dura solo tre anni perché la sua vena artistica lo trascina verso la Francia e più precisamente a Parigi, dove collabora con il quotidiano Paris Match e con la rivista Lui, conteporaneamente lavora anche con il giornale Der Stern e con la televisione tedesca.

Mordillo  con il suo umorismo e i suoi animali stravaganti ed espressivi - come le giraffe dal collo lunghissimo - negli anni '70 ha conquistato il mondo e sono tanti i premi ricevuti: "il Phoenix Prize of Humor" nel 1973, il Yellow Kid Award nel 1974, il Nakanoki Prize nel 1977, il Cartoonist of the Year del Salone Internazionale dell'Humor di Montréal nel 1977. Mordillo è' mancato il 29 giugno 2019 a Maiorca, dove aveva una casa.