Logo San Marino RTV

I 50 anni del signore degli anelli

Dai sacrifici di un bambino gracile ma tenace all'oro di Atlanta nel 1996. Ritratto di un campione dello sport italiano

di Mirco Zani
11 ott 2019
I 50 anni del signore degli anelli

Compie 50 anni "Il Signore degli Anelli" italiano, Yuri Chechi che nella memoria collettiva dei tifosi è impresso come lo straordinario atleta che volteggia appeso agli anelli di Atlanta 1996,per un tempo che aveva dell'interminabile quasi etereo e eterno riassumendo nell’armonia del suo gesto potenza e leggerezza, come solo gli eletti di questo sport sanno fare. Prtatese di nascita nel lontano 11 Ottobre del 1969 è considerato a tutt'oggi il più grande ginnasta italiano nella storia di questa disciplina e uno dei più grandi al mondo. il suo palmares recita:  quattro titoli europei agli anelli (1990, 1992, 1994, 1996), cinque titoli mondiali (dal 1993 al 1997), Campione italiano dal 1989 al 1995 e quella più sofferta, ma per questa più rappresentativa, la medaglia d'oro alle Olimpiadi di Atlanta 1996. Il punto più alto della sua carriera, ma anche un risarcimento, in quanto 4 anni prima delle olimpiadi a Barcellona si era seriamente infortunato (rottura del tendine di Achille) e aveva rischiato la fine anticipata della sua carriera. Il tutto legato indissolubilmente alla incredibile forza della volontà che è stata il piedistallo della sua rinascita, l’ultima sua grande soddisfazione - a livello sportivo - è stata la partecipazione alle Olimpiadi di Atene del 2004 con la medaglia di bronzo conquistata a 33 anni. Juri Chechi, dalle origini al perfect day La sua è una storia straordinaria di come lo sport riesca a rivelare la nostra identità e ci dica in sostanza chi siamo.

abbandonata l'attività agonistica Yuri non si è certo lasciato andare al godersi la pensione godendosi gli allori e  vivendo di rendita, ma si è lanciato in diverse attività tra cui la politica facendosi eleggere come consigliere comunale a Prato, candidato ,non eletto, alla presidenza della Federazione Ginnastica Italiana, ha ricoperto diversi incarichi dirigenziali al C.O.N.I. Non si è fatto mancare la televisione da ospite prima e commentatore poi, di recente ha venduto i suoi trofei per popter aiutare la palestra dove aveva mosso i primi volteggi. Acquistati da una fondazione per 70mila Euro e donati interamente alla palestra. Papà di Dimitri (16 anni) e Anastasia (14) avuti dalla sua compagna Rossella, anche loro sportivi ma nessuno dei due ha seguito le orme del padre. del resto non deve esere semplice venire paragonati a colui che in tutto il mondo è famoso come "Il Signore degli Anelli"

.