Logo San Marino RTV

Insalata: amica delle diete, quello che c'è da sapere

Ingredienti amici e falsi amici che si nascondono nella nostra insalata...

di Mirco Zani
22 giu 2019
Insalata: amica delle diete, quello che c'è da sapere

Iniziamo con il "sezionare" la nostra insalata dividendo gli ingredienti in quattro gruppi distinti. i Giusti, i Complementi, Gli amici e i Falsi Amici. Partendo dal punto fermo che per essere davvero dietetica la nostra insalata deve contenere solo verdura, non importa che tipo di insalata si scelga tutte vanno bene, l'attenzione va posta a tutto ciò che si va ad aggiungere per renderla più appetibile o saporita. gli ingredienti giusti sono dunque tutto ciò che rientra sotto la categoria di verdura. Per condire si può utilizzare del succo di limone, aceto di vino o di mele, oppure un cucchiaino di olio extravergine di oliva.

I complementi,  di massima sono quelli che rendono la nostra insalata particolarmente appetibile specie nelle giornate più afose, ma vanno trattati con cautela e con consapevolezza. Se l’insalata costituisce il nostro pasto ed è quindi un piatto unico, possiamo scegliere tra aggiungere un uovo, (sodo), oppure del tonno al naturale, oppure della carne bianca tagliata a dadini o a straccetti, purché sia stata cotta alla griglia o al vapore. l'alternativa potrebbe essere rappresentata da dell'ottima ricotta o qualche pezzetto di salmone cotto al vapore o due o tre cucchiai di riso integrale o di cereali sempre integrali, alternandoli ogni giorno.

I falsi amici, sono buonissimi di sapore sembrano assolutamente leggeri quindi innoqui per la nostra linea, ma ma in realtà fanno lievitare il bilancio calorico del nostro piatto, tanto da poterli considerare dei veri e propri falsi amici a cui rinunciare senza impianti. Chi sono?  primi fra tutti i formaggi così freschi e invitanti nelle giornate estive, altro falso amico è il Mais a torto ritenuto una verdura dimenticando che invece appartiene ai cereali quindi di fatto un carboidrato. No anche all’aceto balsamico mentre vanno consumate con moderazione anche le patate, ricche di farinacei, e l’avocado, anch’esso piuttosto calorico.