Logo San Marino RTV

L'ultimo cacciatore di Pokemon

Si chiama Chen San Yuan e con i suoi 64 cellulari sulla bicicletta va a caccia di Pokemon

di Mirco Zani
28 giu 2020
L'ultimo cacciatore di Pokemon

Come si immagina un signore di oltre 70 anni? Le definizioni potrebbero essere molte ma nessuna di quelle che salterebbero fuori si avvicinerebbero lontanamente al protagonista di questa vicenda. Lui si chiama "Chen San Yuan", di anni ne ha anche più di 70, ma lo spirito gli rimasto quello di un ragazzino. Il problema è che forse è...troppo ragazzino. Passi la passione per i videogame, del resto chi vi parla è l'ultimo che dovrebbe giudicare che ama i videogiochi, ma dove forse eccede il signor Yuan è nella sua esternazione dell'accanimento verso il gioco "Pokemon Go".



La passione pare gli sia stata passata dal nipote. Infischiandosene di quello che i suoi concittadini di Taiwan possano pensare, ha fatto montare un muro, perché di muro trattasi, di cellulari sulla sua bicicletta, mettendone uno sopra l'altro ben 65. Con questa specie di Radar al posto del parabrezza gira tutto il giorno cercando i personaggi del famoso gioco a caccia di nuove creature per le vie di Taipei. Un record assoluto, nonché un bizzarro prodigio di ingegneria «su misura». Come si può notare da alcune foto diffuse sul web, infatti, il suo manubrio integra una spropositata struttura a forma di coda di pavone che regge tutti gli smartphone, disposti su sette file. In che modo poi il signor Yuan riesca a vedere la strada di fronte a sé,farà parte dei segreti del mestiere.



Di certo in ogni sua uscita impiega la massima cautela: facile immaginare quali potrebbero essere le conseguenze di una sfortunata caduta. Va anche detto che non tutti e 64 smartphone sono stati acquistati personalmente dal signor Yuan lui di fatto ne ha comprati solo 11, poi dopo il diffondersi delle prime foto nel febbraio del 2019 la connazionale Asus  ha quindi deciso di nominarlo ambasciatore ufficiale della serie ZenFone, rifornendolo generosamente. Risultato: a ottobre il parco smartphone aveva toccato i 45 esemplari, ora aumentati di altre 19 unità. Non ci rimane che auguragli...

Buona caccia "Nonno Pokemon"