Logo San Marino RTV

La "Notte prima degli esami" di Venditti x i maturandi

A mezzanotte su FB il cantautore ha pubblicato il suo successo del 1984 come augurio

di Lia Fiorio
19 giu 2019
La "Notte prima degli esami" di Venditti x i maturandi

Un incipit che le ex ragazze e gli ex ragazzi degli anni '80, hanno ben presente: "Io mi ricordo quattro ragazzi con la chitarra.. e un pianoforte sulla spalla". E' la prima strofa di  "Notte Prima degli Esami" la hit del 1984 di Antonello Venditti, contenuta nell'album Cuore, ma anche pubblicato in 45 giri (e sul lato B c'era "Compagno di scuola") la canzone che da allora fa da soundtrack per eccellenza degli esami di maturità. 

E così Antonello, ricordando la tensione tipica delle ore che precedono quello che è un passaggio verso l'essere adulti, ha deciso di regalare il suo "viatico" musicale ai tanti studenti italiani che oggi affrontano la temibile prova scritta di italiano, quest'anno in una nuova formula, augurando loro il meglio attraverso proprio la sua celebre canzone, pubblicata proprio a mezzanotte sul suo profilo FB. 

Una prova che gli studenti sammarinesi hanno già affrontato lunedì mattina, e che altrettanto hanno vissuto la "notte di lacrime e preghiere", come la definisce Venditti, tra ansia ed adrenalina. 



Ecco il testo, e dobbiamo ricordare che si riferisce ad un periodo storico molto lontano da noi, infatti il cantautore fa molti riferimenti al proprio passato e alla situazione socio politica dell'Italia in quegli anni.

Io mi ricordo, quattro ragazzi con la chitarra

E un pianoforte sulla spalla

Come pini di Roma, la vita non li spezza

Questa notte è ancora nostra

Ma come fanno le segretarie con gli occhiali a farsi sposare dagli avvocati?

Le bombe delle sei non fanno male,

È solo il giorno che muore, è solo il giorno che muore

Gli esami sono vicini

E tu sei troppo lontana dalla mia stanza

Tuo padre sembra Dante e tuo fratello Ariosto

Stasera al solito posto, la luna sembra strana

Sarà che non ti vedo da una settimana

Maturità, t'avessi preso prima

Le mie mani sul tuo seno

È fitto il tuo mistero Il tuo peccato è originale come i tuoi calzoni americani

Non fermare ti prego le mie mani

Sulle tue cosce tese chiuse come le chiese

Quando ti vuoi confessare

Notte prima degli esami, notte di polizia

Certo qualcuno te lo sei portato via

Notte di mamma e di papà col biberon in mano

Notte di nonno alla finestra

Ma questa notte è ancora nostra

Notte di giovani attori, di pizze fredde e di calzoni

Notte di sogni, di coppe e di campioni

Notte di lacrime e preghiere

La matematica non sarà mai il mio mestiere

E gli aerei volano in alto tra New York e Mosca

Ma questa notte è ancora nostra

Claudia non tremare

Non ti posso far male

Se l'amore è amore

Si accendono le luci qui sul palco

Ma quanti amici intorno

Mi viene voglia di cantare

Forse cambiati, certo un po' diversi

Ma con la voglia ancora di cambiare

Se l'amore è amore, se l'amore è amore

Se l'amore è amore, se l'amore è amore

Se l'amore è amore