Logo San Marino RTV

Papà mi manchi tanto

Una ragazza per 4 anni scrive sms al padre deceduto,ma un giorno riceve una risposta

di Mirco Zani
17 mag 2020
Papà mi manchi tanto

Ci sono storie sul web che non sembrano verosimili, altre impossibli, poi ti imabatti in una di quelle che per certi versi sembrano riguardarti quasi appartenerti perché raccontano episodi di vita che vorresti aver vissuto tu in prima persona o stai ancora aspettando che accadano. Una di quelle ve la propongo oggi ed è la storia di Chastity Patterson, 23enne di Newport, negli Usa. Ogni giorno Chastity, per 4 lunghi anni, manda tutti i giorni, un sms al padre Jason, raccontandogli come trscorre le sue giornate, aspettative dalla vita, persone che hanno lasciato qualcosa al loro passaggio e persone che hanno tolto, magari senza nemmeno accorgersene. Le battaglie vinte gli insuccessi, l'amore che regala emozioni forti sia nel bene sia nel male, insomma un costante aggiornamento di quanto stava accadendo nella sua giovane vita e dalla quale non intendeva lasciare fuori suo padre. Tutto senza mai ricevere una risposta, un cenno, fiumi e fiumi di parole tutte al vento, ma lei sapeva che non poteva essere diversamente in quanto Jason era mancato proprio da 4 anni.



I messaggi di Chastity servivano a lei, in quanto solo attraverso la scrittura di questi riusciva a trovare sollievo dal dolore della grave perdita. Arriva il giorno del quarto anniversario del decesso di Jason e Chastity e come ogni giorno anche in quella data  scrive al suo papà, ricordando l'evento: " oggi sono 4 anni che mi hai lasciato ....." Ma questa volta dopo averlo inviato riceve una risposta e dal numero di suo padre. Immaginate il cuore di Chastity dove può essere schizzato, ma cosa è successo? La compagnia telefonica dal decesso del padre aveva nel frattempo assegnato il numero di telefono ad un altro utente che per i quattro anni passati aveva letto attentamente tutti i messaggi che Chastity ogni giorno inviava, o credeva di inviare, a suo padre. Alla data di morte però Brad, si chiama così l'uomo all'altro capo del telefono, non ha resistito e ha finalmente risposto dicendole: Ciao Chastity come potrai intuire io non sono tuo padre, ma in questi quattro anni ho letto con molta attenzione tutti i messaggi che giornalmente mandavi a me convinta di mandarli a papà,senza avere mai il coraggio di rispondere. "Il mio nome è Brad e nel 2014 ho perduto mia figlia in un incidente stradale, i tuoi messaggi mi hanno dato la forza di tirare avanti, di sopravvivere al dolore, insomma i tuoi sms mi hanno salvato la vita..." La vita è fatta anche di queste piccole favole che uniscono due anime ferite per sostenersi per fare un pezzo di strada insieme....


Al momento si contano 297mila  condivisioni sui social divenuti da subito virali.