Logo San Marino RTV

Papà passa con il rosso, il figlioletto di 5 anni chiama la Polizia

In auto con il padre non gradisce la guida spericolata e prende provvedimenti è successo in Germania a Wurzburg

8 ago 2019
Papà passa con il rosso, il figlioletto di 5 anni chiama la Polizia

La scena ha del paradossale, immaginate la faccia del padre quando ha chiesto ai poliziotti chi li avesse chiamati, sentendo la risposta "il suo cellulare". Ma andiamo con ordine. Siamo in una cittadina della Baviera, nella civilissima Germania, un bimbo è in auto con il padre e gioca, o almeno pensa l'uomo, con il cellulare che papà gli permette di prendere, al solo scopo di farlo stare buono. La guida dell'uomo evidentemente non rientra nei canoni di sicurezza e correttezza del piccolo che nota il frequente tirare dritto del padre al rosso dei semafori che incontra.

 

E il bambino che fa? Non ci pensa un attimo e chiama la polizia dal telefonino del padre, che ignaro di tutto continua a infrangere bellamente il codice della strada. Prende il cellulare fa il numero della Polizia, dicendo al papà le sue intenzioni e rimette il cellulare al suo posto. A questo punto l'uomo, alzando la voce, dice al figlio di chiudere la chiamata e di riporre il telefono. Cosa che il figlio fa, ma solo dopo che il poliziotto che ha risposto alla chiamata abbia il tempo di sentire che qualcuno intima di chiudere la telefonata in corso. La polizia richiama subito il numero comparso e a rispondere questa volta è il padre, che capito con chi sta parlando, cerca in tutti i modo di chiarire il fatto dicendo che si tratta solo di un equivoco generato dal giocare del  figlio con il suo cellulare, ma è a questo punto che il bambino con uno scatto repentino strappa lo smartphone  dalle mani del genitore e spiega al poliziotto di persona il perché della sua chiamata. Il mio papà, dice il piccolo, sono già due volte che passa con il rosso dovete arrestarlo!

Detta così sembrerebbe la sceneggiatura di un film comico, ma appartiene alla realtà, è successo davvero, con un discutibile almeno per il padre, lieto fine. Non è stato arrestato, ma redarguito dal figlio su invito della polizia locale di Wurzburg che ha poi postato l'episodio su Facebook. Il figlioletto ha incassato i complimenti delle autorità come piccolo cittadino rispettoso delle regole e solerte nel denunciare eventuali sgarri, il post è, manco a dirlo, diventato subito virale con la ilarità di tutti...tutti, tutti proprio no, magari il padre è quello che si è divertito meno in tutta questa faccenda.