Logo San Marino RTV

Quanto tempo occorre per coltivare un amico

Secondo uno studio dell’Università del Kansas c’è un ammontare di ore necessario

di Mirco Zani
21 set 2020
Quanto tempo occorre per coltivare un amico

Gli amici, quelli veri sono merce rara e non sempre durano tutta la vita. Un amico vero è quello con il quale ci si vede spesso, si trova sempre il tempo per mangiare insieme, è il complice ideale nelle storie complicate d'amore ed è il compagno di mille vacanze insieme non importa dove, ma soprattutto è l'unica persona che si deve sentire quotidianamente al telefono. E se tutto questo tempo noi lo quantificassimo, traducendolo in ore, diciamo 200 ore. Potremmo dire che per ottenere un vero amico occorre tutto questo tempo, a sostenere questa ipotesi è uno studio condotto all'Università del Kansas, dove si specifica che per ottenere una vera amicizia si deve aggiungere la testa, una buona dose d'affetto, sentimento nel coltivarla.

E visto che il passare del tempo trasforma le vite delle parti in famiglie, con figli, modificandoci, in quanto si è più consapevoli di chi siamo, scegliendo persone più simili a noi, magari che stanno facendo il nostro stesso percorso di crescita e stanno affrontando le nostre stesse fasi della vita. Il metodo migliore per acquisire un amico vero è comunque sempre quello di accettare e farsi accettare per ciò che si è, senza cercare per forza di cambiarlo o renderlo più simile a quello che ci piacerebbe fosse. Avere tempo da dedicargli e non limitarsi a semplici messaggi Whatsapp, i litigi poi sono la cartina al tornasole del reale stato d'amicizia, in quanto solo se è vera si arriva a litigare per opposte opinioni. Anche in questi casi evitare il risentimento e se si è nel torto chiedere scusa magari facendo la prima mossa non aspettate che vi chiami, parlatene. Così facendo si farà sentire gli amici importanti e preziosi per la nostra esistenza. Il rapporto d' amicizia del resto risponde alle stesse regole che moderano un rapporto di coppia,

Del resto, l’amicizia è risaputo, è essa stessa la forma etica dell’amore.