Logo San Marino RTV

Un anno di sport

31 dic 2009
Un anno di sport
Lo sport saluta l’anno vecchio e chiede 3 minuti per sfogliare le emozioni come fosse un album di vecchie Polaroid. C’è un po’ di tutto. A cominciare dall’alto, dal Comitato Olimpico che festeggia i suoi 50 anni con 3 giorni di celebrazioni e le partecipazioni più prestigiose delle massime autorità. Il Presidente Vicini tra l’altro riceve il Collare Olimpico del Cio che è la massima onorificenza in ambito sportivo. E Jean Todt assume la presidenza onoraria della Fams, cerimonia questa, che ha più il sapore di una rimpatriata tra vecchi amici.
Da un Presidente Onorario all’altro. Germano De Biagi scende dalla guida del San Marino Calcio, divide la gestione con Claudio Petronici al quale lascia la prima poltrona in società.
E poi i trionfi: di partecipanti e allora la mente va alla Gran Fondo di Ciclismo; di trionfi e allora comanda Daniela Del Din prima in Coppa del Mondo al Cairo e Walter Meloni che vince l’Italiano Turismo a Imola; di imprese, unica quella di Roberto Pazzaglia in cima all’Everest.
Il Calcio si chiama Juvenes/Dogana che vince la Coppa Titano e Tre Fiori che dopo 14 anni di attesa conquista il Campionato. Si salva il San Marino ai play out soffrendo le pene dell’inferno ma uscendo indenne dalla doppia sfida col Poggibonsi.
Il centro storico fa da cartolina al passaggio della rievocazione storica della Mille Miglia.
E’ stata l’estate dei Giochi. Quelli dei Piccoli Stati: record a Cipro per la delegazione biancazzurra che ritorna con un bottino di 29 medaglie: il più cospicuo delle edizioni disputate all’estero. Sono le donne dominare conquistando 17 podi: anche il conto degli ori è 3-1. Muccioli, Veronesi, Del Din a Tomassoni.
E Giochi vuol dire anche Pescara, con Mediterraneo. Il Mare Nostrum porta altri record. Del Din e Amici d’oro, Perilli di Bronzo e l’argenteria delle Bocce con gli Albani e Anna Ciucci.
Sul territorio Andreucci domina la trentasettesima edizione del Rally di San Marino, 65.000 persone a Misano in delirio per il San Marino Round di Superbike. I club in Europa fanno un figurone: la Juvenes se la gioca alla pari con il Polonia Varsavia, il Tre Fiori ad Andorra porta il Saint Julia fino ai rigori. Veste l’iride Mario Ceccaroni, Campione del Mondo Udace. Il Baseball fa il pieno: la T&A vince la Coppa Italia, San Marino ospita due partite del mondiale, la Ciarulla una prova di Coppa del Mondo. Andreas Seppi fa suo il Cepu Open, il numero uno d’Italia batte in finale il Campione uscente Potito Starace. La Nazionale Under 21 gioca in Germania la sua miglior partita, meglio l’Under 19 alla grandissima nell’Europeo di categoria disputato in casa. Il Murata alza il federale, l’immortale Kankunen è da leggenda firmando 9 delle 11 prove del Legend. L’Olimpico si rifà il manto, è semisintetico. Non c’è plastica invece nel saluto ad Umberto Briganti, Alessandro Casadei e Massimo Ercolani. Non brinderanno con noi, ma con noi saranno sempre.

Roberto Chiesa

Guarda "Un anno di sport" nelle Produzioni on-line