Logo San Marino RTV

Bellaria - Entella 2-1

4 set 2011
Bellaria - Entella 2-1
C’è tutto un anno nei primi 90 minuti di Bellaria. Cinico, poi distratto, autorevole e poi timoroso e comunque vincente. Cade a Serravalle un’Entella che ha più qualità ma che regala, sciupa e incappa in un pomeriggio infernale del suo portiere. Quando Sonzogni lo uccella con una mozzarellina insipida è passato un quarto d’ora e comincia il campionato di un Bellaria che fin lì ha contenuto e ripartito. L’Entella si propone, il trequartista Rosso è ispirato ma interrotto nelle intenzioni e quando è arrivato il momento di soffrire De Cenco toglie il coniglio dal cilindro: il missile terra aria si abbassa al momento giusto beffando ancora l’inguardabile Otranto. Nella ripresa l’Entella forza e si apre, è clamorosa la palla che Scarponi conquista e sciupa nel giro di un paio di secondi. Non uccide e rischia di essere azzannato, la legge della giungla colpisce al 16. Svetta in mischia la testa di Falcier e Bellaria piomba in una crisi che dura una ventina di minuti. Campedelli si copre, si abbassa Staiti sfiora il supergol e la traversa trema ancora. Nel finale un paio di contropiedi soprattutto servono per dare ossigeno. C’è da lavorare, ma farlo con 3 punti all’esordio è tutto un altro andare.

Roberto Chiesa