Logo San Marino RTV

Bronzo della Pellegrini nei 100 metri dorso. Argento per Nicolò Martinenghi nei 50 rana

La campionessa veneta ha rinunciato all'ultimo momento alla sua gara: i 200 metri stile

di Lorenzo Giardi
3 ago 2019
Federica PellegriniBronzo della Pellegrini nei 100 metri dorso. Argento per Nicolò Martinenghi nei 50 rana
Bronzo della Pellegrini nei 100 metri dorso. Argento per Nicolò Martinenghi nei 50 rana

Nei 50 metri dorso uomini, gara di velocità tiratissima con distacchi minimi: vittoria al russo Morozov in 24.53. Preceduto l'americano Andrew 24.87 e il bulgaro Tsmyh 25.06. Nessun italiano in questa gara nei 50 dorso, e nemmeno nei 200 stile libero donne. La regina della specialità Federica Pellegrini si è cancellata all'ultimo momento. Senza l'azzurra, a farla da padrona è stata l'australiana Throssel capace di allungare negli ultimi 20 metri dopo un serrato testa a testa all'ultima bracciata con la connazionale Wilson. 1.56.99 per la Throssell. Sul gradino più basso del podio la giapponese Ikemoto. Nei 200 metri misti uomini grandissima prestazione dell'australiano Larkin che ha fatto registrare il nuovo record della competizione con il cronometro fermo sull' 1.57.06. Il precedente di specialità era fissato in 1.58.46, mentre il record del mondo nei 200 misti uomini è lontanissimo 1.54.00. Larkin, davanti al connazionale Fraser – Holmes e il giapponee Hagino. Ed eccola Federica che comunque il suo segno ad un anno dalle olimpiadi lo ha voluto lasciare. La campionessa veneta ha nuotato i 100 dorso in 1'00"13, chiudendo alle spalle della specialista australiana Emily Seebohm e dell'ungherese Katinka Hosszu. A livello nazionale, solo Margherita Panziera (58"92) e Carlotta Zofkova (59"61) hanno un primato personale nella specialità migliore della Pellegrini, che vanta un crono di 1'00"13. Nei 50 rana uomini vola il bulgaro Ilya Shymanovich in 26.78, appena 4 centesimi in più del record di specialità. Ottimo secondo posto, medaglia d'argento per Nicolo Matinenghi con il suo 26.88. Lontano il giapponese Koseki, terzo a 27.05. Nei 50 farfalla l'australiana Barratt batte la concorrenza. Seconda la danese Ottesen, sul podio anche la giapponese Hirayama. Sulla velocità il re incontrastato è sempre il russo Vladimir Morozov, che dopo i 50 fa suoi anche i 100 stile libero uomini. 48.12 per lui, al quale sarebbe bastato un centesimo per stabilire il record della specialità. Oro per la russia e argento per gli Stati Uniti con Blake Pieroni. Bronzo per l'ungherese Szabo. Buon quarto posto per l'azzurro Santo Condorelli. Infine un altro record di specialità arriva nella staffetta 4x100 stile mista. L'Australia con 3.24.89 abbassa notevolmente il 3.27.42 (precedente record della competizione). Seconda l'Ungheria. Bronzo per Singapore