Logo San Marino RTV

Cagnotto si tuffa nell'oro: "Il giorno più bello della mia vita"

29 lug 2015
Tania CagnottoCagnotto si tuffa nell'oro: "Il giorno più bello della mia vita"
Cagnotto si tuffa nell'oro: "Il giorno più bello della mia vita" - La bolzanina delle Fiamme Gialle entra di diritto nella storia: battuta la concorrenza cinese, è la...
Il giorno più bello della mia vita” - e sapevamo sarebbe arrivato, aggiungiamo noi. Tania Cagnotto più forte di tutte, Tania Cagnotto davanti alle cinesi – inarrivabili fino a qualche mese fa – ai lati del podio a Kazan, in Russia, dove l'oro dal trampolino da un metro è tutto per l'azzurra, che torna a far suonare l'Inno di Mameli in un mondiale a distanza di 40 anni dal doppio successo iridato di Klaus Dibiasi tra Belgrado (1973) e Cali (1975).
Si è finalmente suturata la ferita aperta due anni fa, quando a Barcellona venne beffata per la miseria di 10 centesimi di punto da He Zi, che meno nettamente rispetto al passato fece valere la superiorità cinese dalla piattaforma. “Ancora rosico per Barcellona” - aveva confidato alla lunedì Tania Cagnotto. Oggi la vendetta sportiva è realtà, sul tetto del mondo c'è lei.
In testa dopo i primi tre salti: il mezzo ritornato carpiato, il mezzo avanti carpiato e l'uno e mezzo indietro carpiato, che la porta a due tuffi dal successo. Sono 10 e 15 i punti di vantaggio nei confronti di Shi Tingmao ed He Zi dopo l'uno e mezzo rovesciato con un avvitamento e mezzo libero. L'oro lì ad un passo, l'emozione palpabile, l'acqua bollente, la pedana kilometrica: si chiude con la perfezione dell'uno e mezzo rovesciato carpiato, che la spedisce nella leggenda del trampolino: il più dolce affioramento in superficie della sua carriera è contornato dalla gioia del team e dalla certezza del titolo. Un tuffo nell'oro, manco fosse Zio Paperone.
Peccato – vien da dire – che il trampolino da un metro non sia specialità olimpica, anche se per la bolzanina una medaglia mondiale ed una a cinque cerchi hanno lo stesso valore. In entrambi i casi, infatti, non si scappa dal confronto con la Cina. Tania Cagnotto diventa così la prima tuffatrice italiana a conquistare un oro mondiale, lanciando dalla Russia un chiaro segnale in previsione delle Olimpiadi di Rio dell'anno prossimo.

LP