Logo San Marino RTV

Calcio: risse negli stadi della Romagna

31 gen 2006
Calcio: risse negli stadi della Romagna
Il profumo del derby surriscalda oltremisura gli animi dei tifosi e il fine settimana si chiude con un pessimo bilancio per l’ordine pubblico. Si comincia venerdì, dove alla splendida coreografica di Rimini – Cesena, fanno da contraltare incidenti nel dopo partita, tra le opposte tifoserie. Auto danneggiate, una vetrina distrutta e sei tifosi che hanno dovuto ricorrere alle cure del pronto soccorso.
Momenti di tensione anche ieri, al termine di San Marino – Ravenna. La contestazione dei tifosi giallo-rossi, degenera nel dopo partita dell’Olimpico. Le forze dell’ordine impediscono agli ultras ravennati di raggiungere la zona degli
spogliatoi, ma una fitta sassaiola manda in frantumi, il parabrezza del pulman ospite.
Clima rovente anche a Forlì. Con una classifica e una situazione societaria a dir poco critica, basta una brutta
entrata a meta campo per far scoppiare il finimondo. Urla, spinte, ceffoni e solo l’intervento dei Carabinieri, riporta la calma in tribuna centrale.
Forze dell’ ordine, severamente impegnate anche a Santarcangelo. L’ antica rivalità con i tifosi del Riccione, si riaccende prima dell’ inizio del derby. Volano bottiglie e insulti e gli addetti allo stadio riescono, seppur a fatica, ad evitare il contatto tra le opposte fazioni. La tensione resta alta durante e dopo la partita, con inseguimento dei tifosi locali, addirittura lungo l’ autostrada.
E pensare che doveva essere solo un fine settimana di sport.