Logo San Marino RTV

Campionato RSM: Domagnano campione 2005

12 mag 2005
Campionato RSM: Domagnano campione 2005
Ha vinto la concretezza di chi è abituato a vincere. Il Domagnano è campione 2005 al termine di 90 e più minuti tirati, nervosi, godibili e durante i quali non sono mancate giocate di spessore. Il capitolo sdolcinato dell’onore ai vinti è ancora più amaro per un Murata sfortunato, coraggioso, che ha provato a fare la partita e ha costruito tante palle gol. Ma si è fatalmente allungato, per la stanchezza, offrendo il fianco ad una squadra abile ad aspettare il momento giusto per verticalizzare e colpire. Primo tempo tutto del Murata. Le giocate al fosforo di Agostini innescano la vivacità di De Luigi. Prima dell’intervallo quasi un monologo bianconero. Il Condor suona la carica e da via palle col bilancino. In questo caso l’occasione è di Cecchini. Ancora il Condor due volte. La prima è col sinistro, storicamente non il suo piede. La seconda è un quasi gol che solo un miracoloso recupero della difesa devia sul palo. Ripresa e Agostini sente tirare il quadricipite. Al suo posto il positivo Albani, ma il Domagnano passa. L’invenzione è di Marco Casadei. Il grande cuore del Murata rimedia 6 minuti più tardi. Albani macina metri di campo, Montanari si arrangia, il tap-in è di Cecchini. Il bomber Fambri però ha deciso di prendere l’ennesimo aereo per l’Europa. Prima stuzzica Valentini di testa, poi lo batte scambiando magnificamente con Casadei, mentre il Murata mugugna per un fallo di mano. Il match si accende, la sfortuna ferma i bianconeri. De Luigi fa tutto benissimo, il suono del palo mortifica la voglia di rimonta. Poi proteste. Prima Pierini va giù, poi Valentini chiede il rigore. In entrambe i casi l’arbitro Rossi era vicino e ha deciso diversamente. L’ultima velleità la spegne Montanari. Un balzo, il suo, che vale il quarto titolo della storia, un turno in Coppa Uefa e tanta rabbia da parte di un Murata al quale la sorte, ieri sera, ha voltato le spalle.