Logo San Marino RTV

Carrarese-San Marino 1-1

20 dic 2010
Carrarese-San Marino 1-1
Carrarese-San Marino 1-1
L'abbraccio al triplice fischio finale è l'istantanea che identifica l'uscita dalla crisi di un San Marino con un'improponibile divisa biancorossa che ha saputo reagire da squadra al momento negativo. Allo stadio dei Marmi si gioca ed è già una notizia. Dopo 48" c'è materiale per la moviola. Punizione di Conti, braccio aperto di Villanova e proteste vibranti. Dopo l'episodio la gara si assesta e viaggia sul sottile equilibrio, a ravvivarla ci pensa Vivan, uscita da paura la sua, buon per lui che Gaeta è pescato in posizione irregolare. Per vedere il San Marino oltre la metà campo occorre attendere la mezz'ora: Amantini per Poletti, il nuovo capitano libera il destro che non è proprio il suo piede. Minuto 35, Amantini, secondo il direttore di gara, commette fallo su Orlandi. Vibranti le proteste dei neo biancorossi per una punizione che noon c'è. Gaeta sorprende Vivan sul suo palo di competenza, e Carrarese in vantaggio. Dopo 315 minuti di astinenza, il San Marino ritrova il gol: Amantini si trasforma anche in prezioso uomo-assist, Poletti raccoglie, aspetta l'uscita di Gazzoli e lo batte con il sinistro. Quinto gol per il capitano biancoazzurro in questo girone d'andata.
Ripresa. C'è Vitaioli per lo spento Villanova, il nazionale sammarinese arriva in leggero ritardo sull'invito dalla sinistra. Dall'altra parte Cori è anticipato da Ligi in angolo, sulla traiettoria del quale, è Vigiani ad anticipare di testa sul primo palo, Vivan replica con i pugni, poi Corrent non trova la porta da pochi passi. Molto meglio il San Marino della ripresa, Loiodice carica il destro: palo esterno. Ancora il centrocampista alla conclusione, blocca Gazzoli. L'ultimo sussulto è ancora una protesta dei padroni di casa per una trattenuta su Gaeta. Finisce 1-1, è un punto che fa classifica e morale.

Lorenzo Giardi