Logo San Marino RTV

Caso pallavolo: il CONS fa chiarezza in un comunicato stampa

30 lug 2007
La squadra di volley femminile
La squadra di volley femminile
Le squadre sammarinesi di volley potranno iscriversi regolarmente ai campionati italiani per la stagione 2007-08. Lo ha ufficializzato il Comitato Olimpico in un comunicato stampa. Superate dunque, secondo il CONS, tutte le motivazioni che avevano portato la Federazione Internazionale ed europea di pallavolo a decidere la sospensione della federazione del titano. Conseguenza immediata del provvedimento era l’impossibilità d’iscrizione delle formazioni biancazzurre ai campionati italiani. La vicenda è nota: nel giugno 2005 l’assemblea elegge Paolo Rondelli a presidente federale. Il Comitato Olimpico non ritiene che abbia i requisiti e riconosce Gian Luigi Lazzarini, secondo arrivato, come legittimo presidente. Per due anni la carta bollata, tra giustizia sportiva ed ordinaria, l’ha fatta da padrone. L’intervento degli organismi internazionali ha ulteriormente ingarbugliato la situazione fino a 4 giorni fa quando il CONS ha formulato, in accordo con il Governo della Repubblica, una serie di proposte, 5 per la precisione, al Presidente della Confederazione Europea André Meyer. Proposte accettate che prevedono, tra l’altro, entro agosto, il rinnovo del Consiglio federale (rimarrà in carica fino al 31 gennaio 2009) e l’elezione del presidente. Condizione quest’ultima accolta da Gian Luigi Lazzarini. L’assemblea elettiva sarà co-presieduta dal presidente André Meyer e da un rappresentante del Comitato Olimpico. Nel comunicato del CONS non si fa nessun accenno alla presenza o meno di nazionali biancazzurri nel nuovo Direttivo. “Non abbiamo ancora ricevuto nulla di ufficiale”. Interpellati telefonicamente, Mauro Lombardi e Davide De Biagi, rispettivamente presidenti di Gulf Femm e Promosport, non vogliono sbilanciarsi sulla nuova situazione. Per il momento, affermano, abbiamo solo avuto l’OK verbale da Roma e Bologna per la nostra partecipazione ai campionati di serie B1 e C femminile. Un via libera sub judice, sottolineano, in attesa dell’esito dell’assemblea d’agosto. Ulteriori ricorsi infatti dilaterebbero i tempi, costringendo l’Italia a cancellare le squadre sammarinesi dai campionati 2007-2008. Una situazione, in pratica, che non permette alle due società di agire sul mercato e con gli sponsor. Avevamo grandi ambizioni, concludono i due massimi dirigenti. Purtroppo una situazione non creata da noi ci sta tagliando le gambe.