Logo San Marino RTV

Cesena-Fiorentina: 2-2

3 apr 2011
Cesena-Fiorentina: 2-2
Rispetto a Roma, il Cesena non sbaglia l’approccio. Più in partita il Cesena e dopo un quarto d’ora di punzecchiamenti i bianconeri passano. Punizione di Jimenez sul palo lontano con la cortese collaborazione del traffico e di Boruc che averlo contro non è male. Il vantaggio dovrebbe mettere le ali, ma la qualità dell’avversario in serie A non è mai un dettaglio. Per cui il Ficca o chi per lui si affida alle armi non convenzionali. Mostruoso Antonioli sulla capocchiata di Natali e adesso la partita è abbastanza viola e il pari abbastanza nell’aria. Altro rinvio con Antonioli a rintuzzare il cinghialotto Vargas, poi succede che il peruviano arma la testa di Gilardino che da un paio di metri colpisce il portiere ma viene premiato dalla carambola. Si dice che i primi caldi siano preludio a secondi tempi da sbadiglio e magari fosse davvero così perché il pari va benissimo a tutti i ragionieri presenti. Mutu e Natali dimostrano il contrario e va bene che la carambola dica in un certo modo. E la bega è che quando il ritmo cala, cresce chi sa giocare. Giak prima di lasciare a Rosina cerca ma non trova la porta. La trova invece Montolivo che spedisce di destro il Cesena all’inferno. Ficcadenti torna quello che è. Via Jimenez e Sammarco per Caserta Bogdani La B torna a materializzarsi sul Manuzzi più che altro per quel che succede altrove. Bogdani ma è fuorigioco e non vale. Prima dell’estrema unzione c’è solo Boruc. E’ lui il centravanti del Cesena che permette il 2-2 di Caserta. Al novantesimo potrebbe succedere ancora di tutto. Stasera i bianconeri sarebbero in B. Al prossimo infarto.

Nel video le interviste a: Marco Sammarco, Dominique Malonga, Fabio Caserta e Riccardo Montolivo


Roberto Chiesa