Logo San Marino RTV

Cesena irriconoscibile, Santarcangelo da incorniciare

19 ago 2011
Cesena irriconoscibile, Santarcangelo da incorniciare
Cesena irriconoscibile, Santarcangelo da incorniciare
Per almeno un'ora, il Santarcangelo, mette sotto un Cesena svogliato e appesantito, e sfiora il colpaccio che sfuma a pochi minuti dalla fine. Nel test del Mazzola, il tecnico bianconero Gianpaolo fa riposare quasi tutti i big. Padroni di casa più dinamici e già in condizione, messaggi anche per il San Marino, prossimo avversario dei gialloblu domenica in Coppa Italia. Il palo colpito da Graziani, è il primo vero campanello d’allarme per un Cesena decisamente sotto ritmo almeno nei primi 45. Il goal del vantaggio del Santarcangelo non è casuale ed arriva in apertura di ripresa su palla inattiva. Angolo di Lodovisi, poco reattivi i difensori bianconeri, risulta vincente il colpo di testa di Gavoci, tra l’altro un ex. Le numerose sostituzioni cambiano il ritmo della partita, il Cesena con Mutu in campo qualcosa in più fa vedere ma trova sulla sua strada il portiere Nardi che si esalta in più di una circostanza . Ad un manciata di minuti dalla fine il pareggio firmato da Eder. Il Santarcangelo esce tra gli applausi del pubblico, il Cesena archiviato l’ennesimo test si prepara per il debutto in Coppa Italia, domenica all’olimpico di San Marino contro l’Ascoli.
Nel video l'intervista a Igor Campedelli, presidente Cesena e Giuseppe Angelini, allenatore Sant'arcangelo.

Lorenzo Giardi