Logo San Marino RTV

CONS: si lavora ad un nuovo statuto

24 ott 2006
CONS: si lavora ad un nuovo statuto
L’assemblea delle federazioni sportive sammarinesi ha approvato all’unanimità il bilancio preventivo 2007 del CONS e quelli pluriennali 2007-2009. Il Consiglio Nazionale ha poi preso atto dell’avvenuta elezione, come prevede la legge sportiva internazionale, di due atleti olimpici: Emanuele Nicolini e Paolo Tura. Quest’ultimo, presente gia’ ieri sera, mentre Nicolini è fuori San Marino per impegni sportivi. I due parteciperanno all’assemblea come membri consultivi. Non avranno dunque diritto di voto. L’assemblea ha poi affrontato, nel comma comunicazioni, l’argomento "statuti", informando i rappresentanti delle federazioni della volontà di istituire uno statuto tipo, considerato che alcuni statuti federali non sono conformi con il regolamento del Comitato Olimpico. In attesa del nuovo statuto, nel periodo transitorio, si e’ deciso che laddove ci siano norme che violano la legge 97 e in contrasto con le disposizioni regolamentari del CONS, queste siano inapplicabili. E questo tocca direttamente - come è stato sollevato in Assemblea, quanto sta, per esempio, avvenendo nella Federazione Pallavolo. C’è, infatti, una sentenza di secondo grado della giustizia ordinaria che riconosce legittimo presidente di quella Federazione Gian Luigi Lazzarini, così come richiesto dal Comitato Olimpico. Nonostante questo - è stato fatto rilevare in Consiglio Nazionale - Paolo Rondelli continua a rappresentare la Federvolley ed è in partenza per Tokio dove si tiene il Congresso elettivo della Federazione internazionale. Per questa situazione il CONS ha fatto ricorso in terza istanza al Tribunale Amministrativo ed è disposto ad andare pure al TAS, il tribunale sportivo internazionale. Intanto, dal Comitato Olimpico fanno presente di aver ricevuto una lettera di protesta di un gruppo di genitori, 100 famiglie, perche’ la Federvolley ha negato l’iscrizione di una squadra under 16 al campionato italiano provinciale. Iscrizione poi accolta, si fa notare, grazie all’intervento del Comitato Olimpico.