Logo San Marino RTV

CSKA vince col fiatone, sorpresa Efes

3 dic 2016
CSKA vince col fiatone, sorpresa Efes
Tra l'ultima e la prima della classe si risove tutto all'ultimo possesso. Piace la nuova Eurolega, magari non tanto a Bamberga che per l’ennesima volta in questa stagione si trova sconfitta con un passivo inferiore ai tre punti. Rispetto alle altre, però, la sconfitta di questa sera farà ancora più male Trinchieri, che fino a 1” dalla fine aveva sperato nei supplementari. Il Cska passa 88-90 e si gode Milos Teosodic, MVP del match con 31 punti e 8 assist.
La sorpresa di giornata la fa l'Efes di Perasovic che dopo 36' di equilibrio quasi assoluto sorprende il Maccabi e gli 11.000 spettatori dell'Arena. Dopo la tripla di Devin Smith del 73-72 con il break 2-10 certificato da due liberi di Heurtel che danno il +7 alla formazione turca a 1'46" dalla sirena. E' un vantaggio che Istanbul porta fino alla fine chiudendo 77-86.
Il Fenerbahce batte il Real Madrid in una partita molto bella tra due squadre capaci di darsi battagliafino alla fine. Decisivo un fallo dubbio fischiato contro il Real Madrid a 2” dalla sirena che ha dato a Nunnally le chiavi della vittoria Istanbul. L'ex Avellino eroe di giornata nel 78-77 per i suoi.
A Belgrado altra sopresa.Lo Zalgiris Kaunas conquista la vittoria sul campo della Stella Rossa e aggancia proprio i serbi in classifica sul 4-6. I campioni di Lituania tornano così al successo esterno in questa competizione dopo quasi un anno: Stella battuta a domicilio 79-88.L’ultimo successo in trasferta risaliva allo scorso dicembre al Palau Blaugrana di Barcellona.
Proprio Barcellona grazie a un super Tomovic si rialza dopo tre ko consecutivi e batte il Panathinaikos. Dopo l’equilibrio del primo quarto, e nei minuti iniziali del secondo, il Barcelona piazza un break di 8-0 che si rivelerà fatale per l’andamento della gara. Da quel momento il Panathinaikos non riuscirà più a mettere la testa avanti. La formazione spagnola ritrova così la vittoria per 72-57.
L’Olympiacos ottiene un'importante vittoria contro una diretta concorrente. I greci mettono la partita subito sui binari giusti grazie ad un’ottima circolazione di palla, dimostrandosi squadra ben organizzata e abile nella lettura delle situazioni. Fatale al Darussafaka la scarsa applicazione difensiva e le molte concessioni a rimbalzo. 71-77 il finale.
Super Baskonia, la squadra del Mago Bargnani vince 69-62 contro il Galatasaray e aggancia l’Olympiacos al quarto posto. I turchi, invece, sono adesso penultimi e lontano dalle zone che contano. Un primo quarto strepitoso da 22-9 è preludio di una gestione continuata e grossomodo serena fino all'ultima sirena che suona sul 96-62 e dice Vitoria dentro la zona play off.