Logo San Marino RTV

Dorothea Wierer regina del biathlon

Per l'atleta di Brunico è la seconda Coppa del Mondo consecutiva

di Roberto Chiesa
15 mar 2020
@ansa
@ansa

La sbroccata mattutina contro la federazione mondiale accusata di vendere la salute degli atleti in cambio di profitti, ha caricato Dorothea Wierer lanciandola verso l'impresa. L'azzurra vince la Coppa del Mondo di Biathlon quando tutto sembrava perduto. Al quarto poligono, l’ultimo, la rivale per la Coppa del Mondo, la norvegese Tiril Eckhoff, si presenta in testa e favoritissima perchè la Wierer è quattordicesima e gli 8 punti che in classifica dividono le due contendenti non sono nulla. Ma qui succede l'imponderabile. Eckhoff sente la pressione e su cinque colpi ne sbaglia tre, che convertiti sono 3 giri di penalità. Il mondo si capovolge. La gente non impazzisce perchè non c'è, la gara di Kontiolathi si disputa infatti a porte chiuse. Tocca a Dorothea che che centra i primi due, sbaglia il terzo e sul precipizio centra il quarto e il quinto. Riparte verso una Coppa che ormai sembrava volata via. Costretta agli straordinari Eckhoff riesce comunque a starle davanti, ma non a staccarla. E alla fine i punti della Wierer sono 793, 7 in più della norvegese. L'ultima tappa è andata alla francese Julia Simon, terza l’altra azzurra, Lisa Vittozzi. Dorothea Wierer diventa la prima italiana degli sport invernali a vincere due Coppe del Mondo generali consecutive.