Logo San Marino RTV

Drogheda-Libertas: il grande giorno

2 ago 2007
Drogheda-Libertas: il grande giorno
Potrebbe essere quello per un nuovo appuntamento con la storia. Il sogno di aggiornare il primato ottenuto nella gara di andata è forte e sentito in tutti i giocatori della Libertas. L’1-1 di Serravalle è ancora lì chiaro e limpido, la volontà di fare bene c’è tutta, così come la promessa dei giocatori di Manzaroli di provarci.
Considerazione e stima, i granata se lo sono conquistati, gli irlandesi l’hanno espresso, con una diplomatica preoccupazione nelle dichiarazioni dei giorni scorsi, ma non per circostanza, qui la cultura è quella del rispetto per l’avversario, qualunque sia il suo nome.
E’ proprio questo elemento che farà della gara, una partita vera, tra due squadre che onoreranno l’impegno e il pubblico che riempirà le tribune di Dalimount Park.
Sicuro potrebbe sembrare il risultato, con i bookmaker che danno la vittoria dei granata a 18, ma questo lo si diceva anche all’andata, se allora dobbiamo parlare di certezze, tra queste ci sarà l’atteggiamento irlandese, fortemente orientato all’attacco, per chiudere il discorso qualificazione già nei primi minuti. Dall’altra parte i granata baderanno soprattutto a difendersi, come fatto in maniera perfetta a San Marino, per il resto serviranno le parate di Michele Ceccoli, corsa, cuore e quel pizzico di fortuna che potrebbe aiutare la Libertas a ripetere la partita dell’andata. Formazione al completo per il tecnico irlandese Paul Doolin. Dirige l’incontro il macedone Goran Spirkoski.