Logo San Marino RTV

Eurolega: dominio russo in Top 16

4 mar 2016
EurolegaEurolega: dominio russo in Top 16
Eurolega: dominio russo in Top 16 - <strong>Russia batte Spagna; e lo fa nettamente</strong>. Dopo il crollo dei campioni in carica del...
Russia batte Spagna; e lo fa nettamente. Dopo il crollo dei campioni in carica del Real Madrid contro il CSKA di martedì sera, anche il Barcellona esce con le ossa rotte dal confronto con una moscovita: il grandissimo primo tempo di Shved, Augustine, Honeycutt e Paul Davis – tutti e quattro in doppia cifra – ha permesso al Khimki di piazzare il successo numero 5 nel girone F di Top 16, lasciando al palo proprio il Barça di Xavier Pascual, non più l'indiscutibile coach dei successi catalan ed incapace di trovare soluzioni per scardinare la difesa del Khimki, pressoché impenetrabile: 75-61 il finale e peggior prestazione offensiva europea dell'anno per i blaugrana.
Giocano tutte men che Fenerbahce e Stella Rossa nel nono turno del gruppo E, che saluta un tris di successi esterni. Imprevisto e imprevedibile quello del Darussafaka a Zagabria: sfida equilibratissima e risolta da un grande Scottie Wilbekin, autore degli ultimi cinque pesantissimi punti che hanno scavato il solco per il definitivo 83-77 archiviato da Milko Bjelica.
Russia over the top anche all'Abdi Ipecki Arena, dove il Lokomotiv Kuban passa 76-61: fatale il finale di primo tempo all'Efes di Ivkovic, che va negli spogliatoi sotto di dieci e non riesce più a ritirarla su, rimanendo costantemente sulla decina di ritardo. Gran partita di Malcolm Delaney, con 19 punti, 5 rimbalzi e 6 assist. Ai turchi non bastano i 17 di Thomas Heurtel, unico in doppia cifra per l'Efes. Kuban balza così momentaneamente in testa – in attesa della risposta del Fenerbahce – ed appena davanti al Panathinaikos, autore di una Top 16 di altissimo livello: i verdi di Atene infilano a Malaga la loro quinta vittoria consecutiva. Pratica archiviata in appena dieci minuti, quella sul parquet dell'Unicaja: al termine di un incredibile primo quarto, infatti, gli uomini di Aleksandar Djordjevic conducevano 26-7. Malaga incapace di rientrare in partita e fanalino di coda del gruppo con due successi in nove partite.

LP