Logo San Marino RTV

Eurolega, girone al Real Madrid. Milano vince fuori dopo 163 giorni

1 apr 2017
Milano torna al successo
Milano torna al successo
Con una giornata di anticipo, il Real Madrid si assicura la vittoria del round robin di Eurolega. Decisivo il 61-56 sul Fenerbahce e il contemporaneo ko del CSKA Mosca, arresosi 85-80 al Panathinaikos dopo un supplementare. In classifica i blancos sono a +2 dai rivali e in vantaggio negli scontri diretti, il che li rende irraggiungibili.

Sistemata la prima piazza, resta solo da capire chi tra Darussafaka e Stella Rossa – che venerdì si affroteranno a Istanbul – sarà l'ultima ad accedere ai quarti. Al successo turco di giovedì i serbi hanno risposto sbarazzandosi 83-65 del fanalino di coda Kazan. Un successo netto maturato alla distanza, perché in avvio sono i russi a comandare: il primo quarto si chiude sul 10-14, nel secondo atto però i serbi ne fanno 30 e arrivano all'intervallo lungo avanti di 9. L'inizio di ripresa sembra confermare l'andazzo, invece ecco che Kazan ingrana le marce alte e al 27° impatta col bel giropalla tra Colom, Banic e Parakhouski, finalizzato da quest'ultimo. Qui sembra riaprirsi e invece qui finisce, perché la Stella si aggrappa alla vena di Jenkins e Wolters, infila un terribile 17-0 e la porta a casa. Mattatore di serata un Guduric da 18 punti e 8/9 al tiro, nelle fila russe non bastano i 16 di Langford.

Il 12° ko consecutivo di Kazan fa il gioco di Milano, che torna a vincere in trasferta 163 giorni dopo l'ultima volta grazie all'88-84 sullo Zalgiris Kaunas. Che in partenza picchia forte, soprattutto col duo da 31 punti Pangos-Lekavicius: è subito 11-2 e al 10° è +9, quindi l'Olimpia inizia la rimonta completata in un tiratissimo ultimo quarto. A far gioire Repesa sono i 17 di McLean e Cinciarini, i 16 di Hickman e l'ottima prova degli italiani Abass – 13 punti e 22 di valutazione – e Pascolo, 12 punti frutto di un 5/5 dal campo. Ora l'ultimo posto è tutto di Kazan, che venerdì scenderà proprio al Forum per liberarsi della patata bollente.

Salendo in classifica, Baskonia si prende il quinto posto passeggiando 103-80 sul parquet del Galatasaray. Le buone prove di Tyus, Diebler e Guler non sono sufficienti per i giallorossi, annientati dai 20 di Tillie e dai 18 di Diop.

RM