Logo San Marino RTV

Il Giappone esulta con Zac C.T.

30 gen 2011
Se è il Paese del Sol Levante, il Giappone, lo è anche Cesenatico. Perché il sole nasce al di là del mare e sorge proprio dall’orizzonte della Riviera. E’ il Sole del Giappone e di Alberto Zaccheroni. Un romagnolo con gli occhi a mandorla idolo di un paese che da ieri intona anche “Lomagna Mia”. Vince la Coppa d’Asia ai supplementari contro l’Australia, vince per la quarta volta nella sua storia, vince anche grazie alle scelte di un tecnico che si è rimesso in gioco lontano da casa. E che ha imposto le sue idee. Ha osservato, corretto un poco alla volta, e al momento decisivo ha tirato fuori dal cilindro il caro 3-4-3, icona da sfiorare quando la tensione sale, come il rosario di Trapattoni. Il gol è arrivato a supplementare inoltrato quando l’idea di finirla ai rigori stava prendendo la mente dei più. Un gol con la Romagna dentro, una volata di Nagatomo che adesso tutti vogliono e che il Cesena valuta 10 milioni, ad armare il sinistro di Lee. Prima era stato il portiere Kawashima a far diversi bambini, insomma era sera in Italia. Era la sera di Zac.

Roberto Chiesa