Logo San Marino RTV

Gp Catalogna: pazzesca vittoria di Valentino

14 giu 2009
Uno sarà senz’altro il futuro. Ma l’altro è ancora il presente, è ancora il più forte. Il Gran Premio di Catalogna si chiude con un duello rusticano, un corpo a corpo da fermare il cuore:
Valentino-Lorenzo, Lorenzo-Valentino. Si decide all’ultima curva con la zampata del Campione che si infila non si sa da dove, del resto non sarebbe un campione. Il terzo posto di Stoner genera una classifica senza precedenti con i tre protagonisti tutti insieme appassionatamente in testa. Quarto l’ottimo Dovizioso che è quarto pure nel mondiale. Poi Capirossi e Pedrosa. Dodicesimo De Angelis, l’anno grigio continua perché non basta aprire il gas: bisognerebbe averne per spingere un po’.
La 250 è di Bautista con Simoncelli che sbaglia (è una notizia) e va in terra, i tifosi di Barbera che lo insultano (conto aperto dal Mugello) e la gara che non regala granchè. Va giù anche Locatelli, Aoyama e Barbera sono secondo e terzo, Pasini resiste quarto senza venir fagocitato dalla pancia del gruppo. In classifica Bautista scappa via.
Finale comico-drammatico in 125. Simon taglia sul traguardo e festeggia mentre gli altri tirano dritto. E lo fanno con ragione perché manca ancora un giro. Così quando conta davvero la festa la fa Iannone, mentre anche Gadea fa secco Simon terzo e mazziatissimo. Anche in classifica perché il francese sfrutta la giornataccia di Smith, ma perde l’occasione di allungare.

Roberto Chiesa