Logo San Marino RTV

Giro: imbattibile Yates, la maglia rosa vince sul Gran Sasso

13 mag 2018
Simon YatesGiro d'Italia: imbattibile Yates, la maglia rosa vince sul Gran Sasso
Giro d'Italia: imbattibile Yates, la maglia rosa vince sul Gran Sasso - Prime salite al Giro d'Italia
Il Gran Sasso si tinge di rosa grazie all'impresa di Simon Yates che da una prima bella scrollata alla classifica e una botta agli uomini forti. Vince lui e soprattutto perdono Froome e Aru che prendono più di un minuto e pagano quello che sperano sia una giornataccia e non una brutta condizione.

Con una fuga via fin dal primo chilometro che comprende ben 14 corridori si apre la Pesco Sannita-Campo Imperatore. Quando il vantaggio supera i 7 minuti per qualche chilometro Gianluca Brambilla pedala da maglia rosa virtuale, poi il gruppo comincia a macinare e al cartello dei 20 all'arrivo il ritardo è già sotto i tre minuti. 

La fuga perde i pezzi e in sei rimangono al comando:  Carthy, Boaro, Visconti, Brambilla, Cherel e Masnada, che prendono la salita del Gran Sasso con 2'30'' di vantaggio. Masnada tenta l’azione solitaria, ma le pendenze importanti e il forte vento contrario sono avversarie terribili anche per il coraggio del generoso corridore dell’Androni, che viene ripreso dopo 222 km di fuga.

A 3 km si accende la gara nella gara, quella con i big della classifica generale protagonisti: Aru perde subito terreno. Il sardo pedala con fatica e si ritrova senza compagni nel momento decisivo della corsa, Froome cede di schianto alll'ultimo chilometro.

Aru e Froome sono i due bocciati dalla classifica. Alla fine la spunta Simon Yates, che nel finale ha più gamba di Pinot, Ma Campo Imperatore promuove anche Chaves e Pozzovivo.

Domani riposo, martedi arrivo a Gualdo tappa per finisseur. Si ricomincia con Yates davanti a Chaves di 32''. Primo italiano Pozzovivo quinto a 57''. Fuori dai dieci Froome e Aru staccati rispettivamente di 2'27'' e 2'36''.

r.c.