Logo San Marino RTV

Karim Gharbi: Per il judoca sammarinese 2 anni di squalifica per doping

6 dic 2016
Karim Gharbi: Per il judoca sammarinese 2 anni di squalifica per dopingKarim Gharbi: Per il judoca sammarinese 2 anni di squalifica per doping
Karim Gharbi: Per il judoca sammarinese 2 anni di squalifica per doping - Il comitato giudicante ha inviato al presidente del Nado San Marino Claudio Muccioli, la decisione s...
Applicato ai sensi dell'articolo 10.2.2 del Codice Antidoping, il Comitato Giudicante composto dal Presidente Lorenza Mel, dai Vice Alberto Selva e Marco Ghiotti, dal rappresentante dei medici Sergio Rabini, dai rappresentati per gli atleti Claudio Canti e Nicola Lombardini, ha ritenuto appropriato applicare la sanzione di 2 anni di squalifica, con decorrenza dal giorno di inizio di sospensione dalle gare dell'atleta della Federazione Lotta -Pesi – Judo sammarinese. Per Karim Gharbi e il suo legale, la possibilità di fare ricorso entro 21 giorni, dalla data di ricevimento del provvedimento, al Tribunale Arbitrale dello Sport di Losanna. La decisione del Comitato Giudicante è stata comunicata dal Presidente del Nado San Marino, Claudio Muccioli, via mail intorno alle 16.30 all'atleta, al Presidente del Cons Gian Primo Giardi, al Segretario Generale Eros Bologna, alla Federazione sammarinese Lotta -Pesi-Judo, alla Wada e naturalmente anche al legale del ragazzo. E' stata una decisione equa – sostiene il Presidente della Nado Claudio Muccioli, Gharbi ha avuto circa 3 mesi per portare documenti a sua discolpa, ma questo non è avvenuto. Per un caso simile applicando l'articolo 2.1 del regolamento antidoping l'atleta poteva andare incontro ad una squalifica raddoppiata, 4 anni. Ma, non essendoci precedenti, per Gharbi infatti è il primo fermo per doping, il Comitato Giudicante ha ritenuto giusti i 2 anni di assenza dalle gare. Karim Gharbi, oro ai Giochi dei Piccoli Stati di Lussemburgo 2013 e argento in Islanda 2015, non potrà dare il suo contributo al medagliere di San Marino 2017. Da un lato una grave perdita per l'intero movimento sportivo sammarinese, dall'altro San Marino ha dimostrato di essere una garanzia di grande efficienza sui casi di doping.

L.G