Logo San Marino RTV

Il Murata fuori dalla Champions League: 2-0 per il Tempere

25 lug 2007
Calcio
Calcio
Quando il sogno finisce e si aprono gli occhi vien da dire peccato: peccato per quei primi terribili venti minuti durante i quali il Tampere ha segnato due reti e chiuso la partita. Perché dopo si è rivisto il Murata, anche senza Aldair (primo tifoso in tribuna) e Protti e Marani. Hanno rischiato i bianconeri, ma sono venuti fuori. Salvati alla bisogna da uno Scalabrelli ancora su buoni livelli. Che si è arreso come abbiamo visto al bolide di Petrescu, ma poi ha chiuso la porta e ha dato sempre quel senso di sicurezza che un portiere dovrebbe trasmettere con contuità. Il raddoppio è arrivato così con gli esterni in sofferenza e il tocco in mischia di Kuala che ha chiuso definitivamente il match. Scala come ai tempi belli chiude la porta in faccia a Hynynen, poi il primo tempo si chiude con un altro piazzamento del portiere che si salva in angolo, e un controbalzo di Alex Gasperoni che sembrava destinato a miglior sorte. Ripresa col Murata che gioca a calcio e il Tampere perde il possesso e il pallino ed è costretto a provare cose turche come Kuala che tra l’altro di turco ha anche la madre. Scalabrelli è attento su Wiss, ma sono sempre più le circostanze nelle quali i bianconeri escono palla al piede. Zaboul sporca a guanti a Kevin e un monumentale Alex Gasperoni autore di una ripresa perfetta. Non il tiro, purtroppo: era il minuto numero 22. La firma di Scalabrelli ancora a sigillare porta e risultato e la promessa di riprovarci. Con un campione che ha Murata ha trovato un gruppo di amici e conferma che a San Marino lo rivedremo ancora.