Logo San Marino RTV

La Nazionale regge 64' minuti contro la Svezia

7 set 2011
Una buona nazionale cede solo nel finale contro la Svezia di Ibrahimovic
Una buona nazionale cede solo nel finale contro la Svezia di Ibrahimovic
Alla fine resterà il 5-0. Un risultato da consegnare ad almanacchi e statistiche, che però non riassume la storia di una partita che per 64’ minuti ha fatto sognare di fermare la Svezia di Ibrahimovic. La Nazionale di Giampaolo Mazza è tanto orgoglio e determinazione. Ma soprattutto Federico Valentini, convocato in extremis per sostituire Simoncini infortunato. Il numero 1 sammarinese si presenta così su Ibrahimovic. Poco dopo Toivonen manda alto da dove non si sbaglia mai. La grande notte di Valentini continua. Elmander non può crederci quando a sei minuti dall’intervallo il portiere sammarinese respinge la sua conclusione. A metà tempo è 0-0. Il ct svedese prende appunti. Al 53’ Davide Simoncini trattiene per la maglia Elmander. Il giallo è inevitabile, peccato che sia il secondo. In dieci la nazionale sammarinese regge fino al 64’. Ci vuole un gran goal al volo di Kallstrom per superare Valentini. Ne serve un altro altrettanto bello per il raddoppio di Wilhelmsson. 2-0 al 70’, con Ibra ottimamente contenuto da Simone Bacciocchi che non riesce a segnare. La Svezia continua a spingere, all’81 l’attaccante del Milan trova Olsson per il 3-0. L’inferiorità numerica si fa sentire. Il diagonale di Hysen questa è imprendibile quando il cronometro segna 89’. Il 5-0 di Wilhelmsson arriva al terzo dei cinque minuti di recupero concessi da un fiscalissimo arbitro McLean. Nel video l'intervista a Zlatan Ibrahimovic, attaccante Svezia

Elia Gorini