Logo San Marino RTV

Nuoto, Italia chiude col botto gli Europei in vasca: tris di ori e premio di miglior squadra

18 dic 2017
Nuoto, Italia chiude col botto gli Europei in vasca: tris di ori e premio di miglior squadra
Nuoto, Italia chiude col botto gli Europei in vasca: tris di ori e premio di miglior squadra
Che il nuoto sia una delle eccellenze dello sport italiano è cosa nota e arcinota. Per non sbagliare però gli azzurri ribadiscono il concetto agli Europei in vasca corta di Copenaghen, nei quali vengono premiati come miglior squadra della manifestazione. Nel medagliere invece è terzo posto - dietro a Russia e Ungheria – con 17 podi: nel complesso solo i russi hanno fatto di meglio, conquistandone 1 in più. Si parla di 5 bronzi, 7 argenti e 5 ori, tre dei quali conquistanti nella giornata conclusiva da Luca Dotto Marco Orsi e Simone Sabbioni.

Il via al tris lo danno i 100 stile libero, nei quali Dotto precede di un paio di bracciate il belga Pieter Timmers e il britannico Duncan Scott, staccati di 43 e 54 centesimi. Quello del padovano è il 60° oro vinto dall'Italia nella rassegna continentale, seguito a stretto giro da quelli n° 61 e 62.

Il primo a imitarlo è Orsi che nei 100 misti la spunta al fotofinish sul russo Sergei Fesikov e sull'olandese Kyle Stolk. Decisivi gli ultimi 25 metri, nei quali il bolognese – sin lì costretto a inseguire – sfodera il rimontone e va a riprendere i due fuggitivi, battuti di 18 e 23 centesimi. 51” 76 il tempo di Orsi, che vale il record nazionale a lui e il primo oro continentale nella specialità all'Italia.

Infine il trionfo meno atteso, quello di Sabbioni nei 50 dorso. In vasca col riminese c'è il baby fenomeno russo Kliment Kolesnikov, 17 anni e aura d'imbattibilità a circondarlo. E invece ecco che alla partenza Sabbioni si dimostra più reattivo, creando subito un piccolo ma decisivo gap. Kolesnikov non riesce a recuperare e chiude secondo – con tanto di record mondiale giovanile – davanti al francese Jeremy Stravius.

E ci sarebbe pure spazio per il poker, solo che nella 4x50 mista la Russia piazza il record del mondo, così l'Italia deve “accontentarsi” dell'argento, strappato di un soffio alla Bielorussia. Nel quartetto ci sono i soliti Dotto – il più medagliato della spedizione a quota 4 – e Sabbioni, accompagnati da Fabio Scozzoli e Piero Codia.


RM