Logo San Marino RTV

Pioggia di record ai Mondiali di nuoto, con Dressel che trionfa nella farfalla e Smith nel dorso.

di Elia Folco
26 lug 2019
Caeleb Dressel, foto ansa
Caeleb Dressel, foto ansa

È già il secondo primato a cui Michael Phelps deve rinunciare in pochi giorni: nella semifinale dei 100 metri farfalla Caeleb Dressel ha chiuso la gara scendendo per la prima volta nella storia sotto il muro dei 50 secondi. Annientato il tempo che “lo squalo” aveva stabilito a Roma 2009. Record battuto anche nei 200 metri dorso femminili, dove Regan Smith conclude la semifinale in 2’03″35. Bene anche Margherita Panziera, che si qualifica alla finale con il terzo miglior tempo. Sfuma invece il sogno azzurro nella 4x200 maschile, con un quarto posto che lascia moltissimo amaro in bocca dopo il primo posto conquistato nella semifinale, soprattutto considerando che il podio è sfuggito per soli 3 centesimi. Nella finale dei 100 metri stile libero femminile Simone Manuel conquista l'oro davanti a Cate Campbell e Sarah Sjöström, mentre nei 200 rana a vincere è Yuliya Efimova, argento per la sudafricana Tatjana Schoenmaker, bronzo per Sydney Pickrem. Anche nella finale del dorso maschile è un russo a vincere: Evgeniy Rylov conquista l'oro battendo Ryan Murphy e Luke Greenbank. Festeggia anche il suo connazionale Anton Chupkov, che nei 200 rana conquista l'oro e il record mondiale con il tempo di 2'06''12. Intanto nella finale di pallanuoto femminile gli Stati Uniti hanno battuto la Spagna col punteggio di 11-6.