Logo San Marino RTV

San Marino: il capolavoro di Petrone

14 mar 2011
San Marino: il capolavoro di Petrone
Nelle prime otto giornate del girone di ritorno, il San Marino ha lo stesso identico ruolino di marcia delle prime 8 di andata. 15 punti: frutto di 4 vittorie, 3 pareggi e una sconfitta. C’è una differenza notevole: l’organico. Perché in quelle 8 giornate di andata c’erano Cesca e Poletti a spingere il Titano in alto a suon di goal, due giocatori che Petrone, seppur per motivi ben diversi non ha più a disposizione. In attesa del recupero del centrocampista di fascia sinistra che con tutta probabilità slitterà allo scontro diretto play off con la Giacomense, il San Marino brilla, grazie alle intuizioni del suo allenatore e agli stimoli che riesce a conferire ai suoi giocatori. Le parole di Ruggeri al termine di L’Aquila-San Marino sono eloquenti. Più in generale è un campionato ormai delineato. Il pareggio tra Bellaria e Giulianova sa di condanna per la sfortunata Villacidrese, punita con 10 punti di penalizzazione. Se non ci saranno catastrofi sportive i sardi sono retrocessi. Il Carpi, a sette giornate dalla fine mantiene 5 punti di vantaggio sulla Carrarese. Il pareggio nello scontro diretto sa di sentenza. I giochi sembrano fatti. Resta viva la lotta play off, anche se la vittoria del San Marino a L’Aquila e il concomitante pareggio tra Chieti e Giacomense rendono ardua la rincorsa della stessa formazione abruzzese a -4 e di Poggibonsi e Prato a -5.

Lorenzo Giardi