Logo San Marino RTV

Il San Marino in finale play-off

30 mag 2010
Il San Marino in finale play-off
Il San Marino in finale play-off
Al termine della partita perfetta il San Marino, davanti agli occhi dei Capi di Stato, del Segretario di Stato allo Sport Berardi, quelli del Presidente della Federcalcio Giorgio Crescentini e dei tanti addetti ai lavori, vola in finale. Il pubblico è cornice ideale ad una splendida domenica di sport.
Le cose si mettono subito sui binari giusti per la squadra biancoazzurra che colpisce al primo vero tentativo. La firma è del giocatore che aveva commesso l’errore all’andata: Giuseppe Aquino scarica un diagonale imprendibile per l’estremo difensore Toscano. La Sangio accusa, nonostante uno straordinario Dianda. Una delle chiavi tattiche della partita è stata la sfida sulle fasce: da una parte Poletti contro Sacenti, dall’altra Dianda-Sorbera. Alla lunga hanno avuto la meglio gli stantuffi biancoazzurri. Il raddoppio è infatti la classica azione da manuale del calcio con Poletti che incenerisce Sacenti poi scarica in mezzo un traversone con il contagiri per la testa di Alessandro Cesca che non sbaglia. Bentornato Bomber. Tutta la sua felicità sotto la tribuna, in piedi ad applaudire il ritorno al goal del centroavanti friulano. Il San Marino, dopo un primo tempo ad altissima intensità, fa scendere i giri del motore anche per centellinare le energie. Concentrati e attenti i due centrali Tafani e Aquino, utilissimo Pennucci nelle diagonali difensive. Cazzamalli è il baluardo a centrocampo ben sostenuto da Testa. Ma la differenza la fanno sempre i due cursori sulle fasce. Sorbera è semplicemente stratosferico quando, dal nulla va a prendersi di forza un angolo. Poletti disegna per Alessandro Cesca, che sale in cielo prima di infilare ancora Vaccarecci: è il goal che fa esplodere l’olimpico. E’ soprattutto il 20esimo centro di una grande stagione. Sul 3-0 piccolo rilassamento: la Sangio trova anche il meritato goal della bandiera con Raimondi. Non c’è più spazio Bassano è finalmente solo un brutto ricordo. Il San Marino al quarto tentativo centra per la prima volta la finalissima play-off. Domenica 6 giugno di andata a Gubbio, ultimo atto il 13 a Serravalle che per l’occasione indosserà il tailleur.

Lorenzo Giardi