Logo San Marino RTV

Il San Marino parlerà serbo? Intanto Varrella resta in attesa

14 giu 2008
Calcio
Calcio
Il patron De Biagi, De Luigi e il direttore tecnico Gabriele Lucchi si sono intrattenuti un paio d’ore con l’allenatore, il quale ha manifestato il gradimento per la panchina biancoazzurra. Prima della presentazione ufficiale però, le priorità restano sempre le quote societarie.
Varrella ha chiesto lumi su quelli che saranno gli scenari che stanno prendendo forma.
Il tecnico è stato informato sull’importante appuntamento di inizio settimana tra l’attuale proprietà e la cordata di imprenditori friulani che fanno capo ad un gruppo di ricchi serbi, i quali vorrebbero una squadra di serie C ambiziosa e la società del Titano avrebbe tutti i requisiti. Nuovi dettagli emergono su come sia avvenuto l’aggancio tra i serbi e il numero uno della società biancoazzurra. Sembrerebbe infatti che il contatto sia stato creato dall’ex attaccante del San Marino e ora allenatore in seconda del Portogruaro Luca Lugnan, il quale poi ha informato Alfio Pelliccioni, che in un successivo momento a provveduto ad indirizzare i serbi sulle piste di De Biagi. Al massimo martedì l’incontro definitivo attorno ad un tavolo per formalizzare la proposta. Le forme sono due: l’acquisto della maggioranza, o una compartecipazione con De Biagi sempre guida.
Resta quindi in attesa Franco Varrella. Ipotesi Ravenna intanto per Fabrizio Tazzioli mentre poche chance resterebbero all’altro candidato alla panchina sammarinese Roberto Cevoli.