Logo San Marino RTV

Sant Julià e Tre Fiori: 90 minuti dalla storia

6 lug 2009
andorra
andorra
Aveva deciso per un modulo diverso rispetto alla gara d’andata, con un rifinitore, Canarezza, a sostegno di Alessandro Giunta che avrebbe dovuto ricoprire il ruolo di unica punta. Ed invece, il dolore al ginocchio dell’attaccante giallo-blu non accenna a diminuire ed il tecnico della squadra campione di San Marino Floriano Sperindio, ha optato per l’ oramai collaudato 4-5-1. Nessuna novità in difesa, con Nardone, Benedettini, Macerata e Andreini, davanti al portiere Micheletti. Centrocampo imbottito, con Canarezza dirottato sulla corsia di destra, pacchetto centrale formato da Lisi, Tombetti e Ballanti, mentre tornerà ad agire sull’out di sinistra Maicol Simoncini.
L’argentino Rodriguez sarà l’unica punta di una sfida, che dopo il risultato di parità (1-1) della gara di Montecchio, resta più aperta che mai. Dello stesso avviso anche i calciatori del Sant Julià, che nonostante il recupero dell’attaccante Moriera, parlano del 50% di possibilità di accedere al secondo turno, dove la squadra promossa affronterà i bulgari del Levski Sofia. “Dobbiamo ripetere la gara della scorsa settimana - ha affermato l’allenatore del Tre Fiori Floriano Sperindio - cercando di sfruttare al meglio le due o tre occasioni che ci capiteranno nel corso dell’ incontro”. “Pensiamo solo alla partita – ha detto il difensore argentino Ignacio Tardone - tra noi calciatori non si parla d’altro. Lasceremo sul campo tutto quello che abbiamo dentro e personalmente spero di farmi perdonare l’errore della gara di mercoledì, magari segnando il gol della vittoria e della qualificazione”. L’ incontro, in programma allo stadio comunale di Andorra La Vella, calcio d’ inizio alle 19, sarà diretto dall’albanese Sokol Jareci.

Palmiro Faetanini