Logo San Marino RTV

Serie A basket, Brindisi batte Milano e infiamma la corsa playoff

16 apr 2017
Serie A basket, Brindisi batte Milano e infiamma la corsa playoffSerie A basket, Brindisi batte Milano e infiamma la corsa playoff
Serie A basket, Brindisi batte Milano e infiamma la corsa playoff - Agganciata Pistoia, che mantiene l'ottavo posto grazie agli scontri diretti.
In attesa della post season Milano non ha più nulla da chiedere alla sua mediocre stagione, e allora eccola ringalluzzire la corsa playoff col suo terzo ko nelle ultime quattro. La beneficiaria è Brindisi, che fa perno sui 16 di Goss e sui 14 di Carter imponendosi 70-68. Come suggerisce il punteggio si lotta fino all'ultimo minuto, aperto dalla tripla del pari di Cinciarini. Quindi libero di Scott, fallo sempre di Cinciarini su M'Baye, andato a rimbalzo sul tiraccio di McLean, e altro punto dalla lunetta del francese, che realizza solo il primo tentativo. Mancano 4”, McLean lancia alla disperata ma Scott intercetta e il Pentassuglia esplode.

Brindisi vince e, pure se penalizzata dalla differenza punti, agguanta Pistoia, stesa 73-71 da una Cantù guidata dai 27+10 rimbalzi di JJ Johnson e dai 25 di Dowdell. Con un finale ancor più infiammato del precedente: a 7” dalla sirena Petteway piazza la bomba del pari, c'è però tempo per un ultimo possesso e Johnson lo sfrutta con un canestro fantastico in post basso a meno di 1” dal supplementare. Pistoia resta comunque a -2 da Capo D'Orlando, caduta 74-64 con Sassari. Quarto ko di fila per i siciliani e quarto successo consecutivo per i sardi, che nel finale resistono al ritorno ospite grazie ai punti di Savanovic e Stipcevic, che chiude a quota 20.

Sassari quarta ma sempre a braccetto con Reggio Emilia, vincente 91-80 con Torino. Chiuso a -12 il primo quarto Reggio dimezza lo svantaggio nel secondo, mette la freccia nel terzo e allunga nel quarto, trascinata dai 22 di Aradori e dai 15+13 rimbalzi di Polonara.

Davanti a loro però Venezia e Avellino non sbagliano: i lagunari ringraziano i 24 di Ejim e un secondo tempo dominante liquidando 84-79 Brescia, cui non basta uno strepitoso Landry da 32 punti. Per gli irpini invece 25 di Logan, 19 di Thomas e 85-78 sul fanalino di coda Cremona, che resta in corsa fino all'ultimo trascinata dai 21 di Johnson-Odom e dai 14+13 rimbalzi di Harris.

Si decide all'ultimo anche Varese-Trento: il libero di Cavaliero fissa l'83-80 che completa la rimonta varesotta, che comunque non toglie il sesto posto agli ospiti.

RM