Logo San Marino RTV

Serie A, pareggiano Milan e Inter. Il derby va alla Roma

14 mar 2011
Tutto invariato, o quasi, in testa. La 29esima giornata di serie A consegna lo stesso distacco di una settimana fa tra le prime due in classifica. Infatti sia Inter che Milan pareggiano due partite sulla carta ‘facili’ e rimangono distanziate di 5 punti in classifica. Venerdì sera la squadra di Leonardo pareggia a Brescia per 1-1 dopo essere passata in vantaggio con Eto’o al 18’. Poi rischia addirittura di perdere. Caracciolo pareggia all’85 e poi sbaglia un rigore facendosi parare il tiro da Julio Cesar.
Anche i rossoneri, nell’anticipo domenicale delle 12.30, impattano con lo stesso risultato contro l’ultimo in classifica, e ormai spacciato, Bari a San Siro. ‘Galletti’ in vantaggio al 39’ del primo tempo con Rudolf, lesto a fregare tutta la difesa rossonera su calcio di punizione. Il pareggio rossonero arriva solo all’82’ con Cassano, nel mezzo l’espulsione di Ibrahimovic per un colpo proibito a Marco Rossi. Ora rischi di saltare il derby tra due settimane. Pareggio anche per la Juventus nell'anticipo di sabato sera con il Cesena. Avanti di 2-0 con Matri (9’ 35’) si fa raggiungere prima da Jiménez su rigore (41’) poi da Parolo all’80’. Vittoria roboante dell’Udinese per 4-0 a Cagliari grazie a Benatia (43’) Sánchez (44’) e Di Natale (48’ 54’). Ora i friulani sognano la Champions. Lecce-Bologna 0-1 con Ramirez al 33’. Stesso risultato per la Fiorentina a Chievo grazie a Vargas al 48’. 1-0 pure per il Genoa contro il Palermo, anche se viziato da fuorigioco di Palacio sulla rete di Floro Flores al 76’. Sampdoria sempre più in caduta libera dopo la sconfitta a Catania. Gli uomini di Simeone si impongono con il gol di Llama al 74’. Il derby di Roma va ai giallorossi di Montella. Grande protagonista capitan Totti con 2 gol al 70’ e al 90’ su calcio di rigore. La Lazio finisce in 9. Il posticipo tra Parma e Napoli va ai partenopei che prima passano in svantaggio per la rete di Palladino al 29’, ma poi nella ripresa ne segnano 3. Pareggia Hamšík al 52’ e chiudono i conti Lavezzi (56’) e Maggio (88’).
In classifica Milan (62) a +5 sull’Inter (57), terzo posto per il Napoli (56), quarta l’Udinese (53). Seguono Lazio (51), Roma (49), Juventus (42), Fiorentina e Palermo (40). Bari ultimo con 17 punti, sopra di lui Brescia (26) e Lecce (28). Un punto in più per Parma e Cesena (29). La Sampdoria (31) rischia di essere risucchiata nella corsa alla salvezza.